ASCOLI PICENO – Picchio pronto per una grande partita.

Ascoli in partenza dopo la rifinitura mattutina in vista della sfida di cartello contro il Pordenone il 22 dicembre alla Dacia Arena di Udine alle ore 21, il match valevole per la 17esima giornata del campionato di Serie B 2019/20.

Dopo la rifinitura, squadra e staff pranzeranno al centro sportivo per poi trasferirsi all’aeroporto di Pescara. Il Pordenone di mister Tesser dovrà fare a meno dell’infortunato Pasa e dello squalificato Camporese. L’ex trequartista bianconero oggi club manager dei ramarri, Emanuele Berrettoni al Messagero Veneto,  mette in guardia i suoi: “Attento Pordenone, l’Ascoli di Zanetti sa giocare a calcio”.

Mister Zanetti alla vigilia: “Le lodi fanno piacere ma quello che conta sono i risultati e riuscire a giocare bene come allenatore ci tengo alla proposta di calcio.”

Chi non ci sarà? “Stanno tutti abbastanza bene e Da Cruz lo recuperiamo per la panchina, ha ancora un piccolo fastidio e anche Beretta ha avuto un risentimento alla caviglia ma lo abbiamo recuperato all’ultimo. Non ci sarà Ferigra. Domenica scorsa abbiamo fatto un ottimo secondo tempo e penso di proporre la stessa squadra. Andreoni penso possa essere disponibile per la gara col Pisa e Pucino contro il Benevento.”

L’allenatore bianconero: “Pordenone è una realtà importante che conosco bene erano nel girone di serie C contro il Sud Tirol e ci siamo scontrati. Dobbiamo essere bravi a riproporre lo stesso agonismo e intensità della seconda parte della gara col Cittadella. Tesser è una delle persone più belle di questo mondo del calcio. In serie B tutte le partite sono decisive. In casa loro hanno grandi numeri noi fuori casa molto meno. Vorrei una squadra che faccia di tutto per vincere questa partita, è giusto che noi ci preoccupiamo e che loro si preoccupino. Non è il primo caso di una neo promossa che faccia bene succede spesso, continuità e progetti nel calcio sono importanti.”

Un tris di gare che possono far chiudere in bellezza i bianconeri o farli precipitare, classifica molto corta: “Preferisco pensare una partita alla volta. I filotti positivi ti fanno scalare la classifica e a noi piace stare in alto. Quella di mercoledì sarà importantissima andiamo a giocarci tutte le partite e non do assolutamente per persa quella con il Benevento ma ora pensiamo alla prossima combattendo il nostro mal di trasferta. Vogliamo tornare da Pordenone con i punti e proviamo ad andare a vincere fuori casa siamo stufi di questo manca troppo tempo. Per noi la piazza calda è un vantaggio e lo dicono i numeri e la mentalità deve essere così anche fuori casa.”


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.