ASCOLI PICENO – Una vittoria importante quella ottenuta dai bianconeri contro il Pisa, il 26 dicembre al “Del Duca”, tre punti che fanno risalire il Picchio al quinto posto e fanno alzare il morale in vista della  prossima gara con il Benevento.

Ascoli che domina nei due tempi e che poteva chiudere con un risultato più ampio ma in avanti non è mai troppo incisiva come potrebbe. Mister Zanetti indovina anche i cambi giusti, uno spento e impreciso Piccinocchi lascia spazio ad Ardemagni, poi Gerbo subentra a Scamacca e mette il turbo a centrocampo, Troiano nel finale sostituisce uno stanco Andreoni che aveva dato ormai tutto. Il gol di Cavion ancora il migliore in campo, è una perla: girata al volo ad impattare perfettamente un cross di Andreoni proveniente dalla destra e tre punti che valgono oro.

Il tecnico del Pisa, Luca D’Angelo, afferma a fine gara: “Il pareggio sarebbe stato più giusto, loro sono stati bravi sul gol ma la partita mi è sembrata molto equilibrata. Abbiamo fatto la nostra partita e abbiamo cercato di fare la partita che serviva cercando di metterli in difficoltà intercettardo il pallone e ripartendo in velocità. L’Ascoli ha grandi qualità singole ma credo che noi abbiamo contrastato nella maniera giusta cercando di contenere Scamacca e Da Cruz”.

il mister bianconero, Paolo Zanetti, dichiara: “Settima vittoria interna, il nostro cammino fuori casa invece è molto deficitario: al contrario dei punti ottenuti in casa, il nostro difetto più grande. Davanti abbiamo una trasferta difficilissima, quella di Benevento. La mia squadra nelle difficoltà tira fuori il carattere ma non va bene, a volte è da perdenti. Fuori casa spesso non ci siamo presentati con la cattiveria giusta ma ci deve servire da lezione. Il pubblico in casa è un giocatore in più per noi, senza dubbio. Una vittoria che ci riporta al quinto posto. Oggi era difficile, abbiamo avuto sempre la palla e loro volevano portare a casa un punto e scardinarla non è stato facile. Abbiamo mantenuto i nervi saldi e potevamo essere più concreti. Oggi siamo stati più compatti del solito e per esperienza, Cavion terzino ha fatto un sacrificio e lo avevo già provato, oggi èstato  il migliore in assoluto e sono contento di questa prestazione straordinaria.  Il Benevento? Non lo scopro io ma dobbiamo andare a fare punti, dobbiamo fare una partita con molta umiltà e sacrificio. Il morale più alto? Sì, dopo una sconfitta si rischia sempre di cadere in un tunnel invece siamo stati bravi a rialzarci subito e siamo stati bravi. Il morale alto ci deve dare la convinzione di andare a Benevento e fare bene”.

Andreoni a fine match: “Oggi ho corso tanto e sono contentissimo anche per l’assist ma sopratutto per la prestazione di squadra. Loro si difendevano bene però siamo riusciti a sfondare sulle fasce e persistendo sapevamo di poter scardinare la difesa. Mi sono allenato poco per problemi di pubalgia poi lo stiramento all’adduttore e alla fine avevo anche dei crampi. Andiamo a Benevento per giocare  viso aperto”.

L’autore del gol Michele Cavion: “Penso sempre a dare il massimo in campo, sappiamo come è corta la classifica. Il gol? Andreoni ha fatto un bellissimo cross e ho colpito bene il pallone. A livello fisico sto bene, a volte si gioca bene a volte meno e cerco di dare sempre il massimo. Abbiamo avuto il controllo del gioco, siamo stati bravi a stare sul pezzo e a sfruttare le occasioni che avevamo a disposizione. Dopo il vantaggio abbiamo gestito bene”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.