ANCONA – Ben 156 persone formate e, di queste, 70 già state scritturate anche più volte per un totale di 157 assunzioni post-corso.

Sonoi numeri a testimoniare il successo del progetto Sipario Bis Bis, finanziato dalla Regione Marche con 940.500 euro del Por Marche Fse 2014-2020 per la formazione di specifiche figure professionali dello spettacolo dal vivo, sia manageriali (esperto di marketing e comunicazione dello spettacolo), che tecniche (tecnico polivalente, sarto teatrale, light designer, truccatore teatrale) e artistiche (cantante lirico solista, attore di teatro, cinema, televisione, performer di musical theater, professori d’orchestra). I percorsi formativi attivati sono stati dieci, gratuiti e di durata compresa fra le 300 e le 600 ore ciascuno, per un totale di 4600 ore di formazione erogate.

I risultati del progetto sono stati presentati oggi nel corso di un seminario al teatro Pergolesi di Jesi dall’assessora alle Attività Produttive Manuela Bora e da Lucia Chiatti amministratore delegato della Fondazione Pergolesi Spontini, ente capofila aggiudicatario del bando in partenariato con alcune tra le più importanti istituzioni formative ed Enti di produzione presenti sul territorio marchigiano: Marche Teatro, Compagnia della Rancia, Orchestra Sinfonica G. Rossini, Lab Società Cooperativa, Agorà Società Cooperativa, Poliarte – Politecnico Delle Arti Applicate All’impresa, e Cooss Marche.

“Esprimo ai partecipanti – ha detto l’assessora Bora – la mia ammirazione per aver scelto di portare avanti un lavoro, una professione straordinaria, utilizzando il potere comunicativo dell’arte, in tutte le sue forme. Sono particolarmente soddisfatta dei risultati ottenuti da questo progetto di formazione, che è nato con l’obiettivo di promuovere un’offerta formativa professionalizzante e al fine di sostenere la produzione artistica ed incentivare la circolazione e l’inserimento lavorativo di professionisti all’interno del settore dello spettacolo dal vivo. I dati relativi a questo percorso formativo parlano chiaro e dimostrano che l’obiettivo che da sempre guida l’azione della Regione Marche è stato raggiunto ancora una volta: formare per innovare e favorire l’occupazione”.

Per Lucia Chiatti, amministratore delegato della Fondazione Pergolesi Spontini, capofila del progetto, “Il Sipario Bis Bis è stato un progetto biennale che ha richiesto a tutti una grande capacità di lavorare in sinergia facendo squadra. Essere una palestra per maestranze artistiche di diversi mestieri dello spettacolo ci riempie di orgoglio ed emozione; grazie all’attività di stage abbiamo potuto testare la crescita e maturazione dei partecipanti; coloro che hanno frequentato il corso, inoltre, hanno avuto modo di approfondire competenze ed abilità per introdursi nel mondo del lavoro”.

Moltolusinghiera è stata la risposta dei giovani al progetto, con tantissime richieste di iscrizione pervenute da tutta Italia e non solo. I corsi sono stati destinati a residenti o domiciliati nella Regione Marche, disoccupati, inoccupati e occupati di età compresa fra i 18 e 65 anni di età. Su 444 richieste di iscrizioni, gli aspiranti allievi selezionati sono stati 256, per giungere ad un totale di 183 allievi ammessi alla frequenza delle lezioni e 156 formati con rilascio di qualifiche professionali e specializzazioni nelle rispettive figure professionali.

I professionisti, individuati congiuntamente dai partner di progetto e dall’Ente capofila, che hanno effettuato le docenze nei diversi percorsi formativi, sono stati 120. Tutte le risorse umane sono espressione del mondo del lavoro e provenienti sia da realtà nazionali che internazionali. Nell’ambito delle ore di stage dei diversi percorsi formativi sono stati effettuati diversi appuntamenti sia sul territorio marchigiano che sul territorio nazionale ed estero permettendo una diffusione ed una visibilità delle attività progettuali a più ampio respiro e soprattutto attivando l’interesse verso questo tipo di formazione che si rende indispensabile in un momento di grande trasformazione delle professioni artistiche e tecniche dello spettacolo dal vivo.

Gli allievi sono stati coinvolti, tra l’altro, come artisti e tecnici nelle Stagioni Liriche 2018 e 2019 del Teatro Pergolesi, nel Festival Pergolesi Spontini di Jesi, al debutto di Grease nel Teatro della Luna di Milano sia come performer che nelle attività promozionali, in qualità di orchestrali in tour in Giappone e Oman, e come attori e performer nello spettacolo “Depistaggio” di Marco Baliani allestito all’interno del Tribunale di Ancona in memoria di Giovanni Falcone.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.