ASCOLI PICENO – In merito al convegno organizzato venerdì 23 da Fratelli d’Italia sul tema delle tossicodipendenze, l’ex sindaco di Ascoli, Guido Castelli, lamenta la propria amarezza perché “gli aderenti ascolani al cosiddetto movimento delle sardine intendano, se ho capito bene, protestare contro queste convegno. Chi vuole promuovere una politica capace di sollecitare la partecipazione civile e la cura degli interessi delle famiglie ascolane, farebbe bene a venire ad ascoltare il punto di vista dei nostri tecnici piuttosto che a rumoreggiare in cerca di followers sui vari canali social. Si tratta di una mia opinione personale ma penso che di fronte al dramma della dipendenza (che rende schiavi i nostri figli e li priva della libertà di agire e di pensare) sarebbe utile mettere da parte le polemiche politiche”.

Scrive l’ex sindaco: “È chiedere troppo? Se lo si chiede alle madri dei giovanissimi che sono già schiavi della cocaina sono convinto che la risposta sia negativa. Credo che sia un bene che la politica si interessi di argomenti così delicati e decisivi per il futuro della comunità. Meglio ancora quando le riflessioni impegnano tecnici competenti che si mettono al servizio delle istituzioni per esaltare i valori del convivenza civile e della libertà dalle dipendenze patologiche” conclude.

“Liberi dalla droga. Mai schiavi”: venerdì si presenta la campagna di Fratelli d’Italia


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.