ARQUATA DEL TRONTO – “La richiesta del sindaco di Castelsantangelo sul Nera di entrare nel consiglio direttivo del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, minacciando altrimenti l’uscita, è irricevibile e figlia di una logica autoreferenziale“.

Il presidente della Comunità del Parco, Michele Franchi, risponde a Mauro Falcucci che aveva avanzato l’intenzione di non far più parte del Parco, in assenza di rappresentanza di un esponente del suo Comune, di Ussita e di Visso nell’organo direttivo.

“Il fatto è – ha spiegato Franchi – che i membri del nuovo consiglio direttivo eletti dalla Comunità del Parco lo scorso ottobre sono stati democraticamente scelti: i più votati sono risultati i sindaci Alessandro Gentilucci (Pieve Torina), Domenico Ciaffaroni (Montefortino), Nicola Alemanno (Norcia) e Giammario Ottavi, vicesindaco di Cessapalombo. Tra l’altro – ha aggiunto – con quest’ultimo vi è un accordo in base al quale dopo due anni gli subentrerà il sindaco di Visso”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.