OFFIDA – L’amministrazione comunale lo aveva annunciato qualche mese fa, Offida sarebbe diventata un Comune Rifiuti Zero.

E la delibera non si è fatta attendere: da oggi, 29 gennaio, Offida metterà in pratica la buona prassi.

I dieci passi che conduco ai Rifiuti Zero: cioè quei piccoli grandi gesti quotidiani che consentono all’Amministrazione e ai cittadini di ridurre la produzione di rifiuti. Si andrà dalla corretta differenziazione al riciclo, passando per il riuso e per l’adozione di uno stile di vita sostenibile. 

La gestione dei rifiuti non è un problema tecnologico, ma organizzativo, dove il valore aggiunto è il coinvolgimento della comunità chiamata a collaborare in un passaggio chiave per attuare la sostenibilità ambientale.

Il Comune, dopo l’adozione del regolamento per il Compostaggio Domestico avvenuta lo scorso dicembre, intende promuovere la diffusione di tale pratica, l’eliminazione delle stoviglie e bottiglie in plastica, anche attraverso la creazione di una Stoviglioteca, dove si possono noleggiare piatti e bicchieri per piccole feste o sagre, così come l’utilizzo dell’acqua del rubinetto e delle fontane pubbliche (più sana e controllata di quella in bottiglia). 

Per questo gli studenti di tutte le scuole di Offida sono stati dotati dall’Amministrazione di una borraccia, che ha consentito in poco tempo di risparmiare migliaia di bottiglie di plastica.

Inoltre si intende promuovere l’acquisto di bevande alla spina, nonché la sostituzione degli shoppers in plastica con sporte riutilizzabili in cotone.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.