ANCONA – Verso le regionali. Il Movimento 5 Stelle delle Marche, secondo il facilitatore regionale Giorgio Fede, dovrà deciderlo nell’assemblea regionale che si svolgerà nella giornata di venerdì 7 febbraio.

“Nella giornata in cui tutti i consiglieri regionali del M5S sono a Roma per incontrare il nostro capo politico Vito Crimi, mi preme ricordare un aspetto cruciale a tutti i portavoce marchigiani sulla nostra attività politica. Il luogo del confronto e del dibattito è quello dell’assemblea regionale di domani. Lì sarà necessario mettere sul piatto idee, spunti, impressioni e magari anche critiche, non sui social network o sui giornali come sta avvenendo in questi giorni” scrive Fede.

“Abbiamo davanti sfide importantissime, elettive e non. Tanto sul piano regionale e comunale, quanto su quello nazionale: tutte decisive per la vita dei cittadini marchigiani. Per affrontarle al meglio, è necessario farsi trovare pronti e procedere con buon senso e senza fughe in avanti. Il M5s ha sempre avuto un mandato preciso dai cittadini che lo hanno votato: intervenire laddove la vecchia politica ha fallito. Per questo non dobbiamo imitare i partiti tradizionali con polemiche sterili, ma combattere le nostre storiche battaglie. L’appuntamento dunque è a Camerano domani per un confronto costruttivo e franco” conclude il senatore.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.