ASCOLI PICENO – Che beffa per l’Ascoli nel finale, con la vittoria ormai in tasca ci pensa Provedel appena arrivato tra i campani a siglare il pareggio al 95esimo, il portiere si trasforma in bomber e spegne la gioia dei bianconeri. 

Termina con un pareggio per 2 a 2 l’esordio sulla panchina bianconera di Stellone. Al vantaggio di Scamacca nei primi minuti risponde  dal dischetto Forte nella ripresa.  Una decina di minuti più tardi Vitiello va in gol ma l’arbitro annulla per offside. Torna dopo 4 giornate in campo Ninkovic ormai reintegrato in gruppo e sigla il vantaggio con un bel diagonale dopo un dribbling secco.

Un’Ascoli che non convince troppo, partita giocata a ritmi blandi in cui la Juve Stabia ha creato molto di più e ha aggredito alta costringendo i bianconeri ad abbassarsi e impedendo le ripartenze con i centrocampisti che si sono sacrificati più in fase difensiva che di costruzione, solo la qualità di Ninkovic e Brlek ha rotto gli equilibri che si erano creati e ha spezzato i ritmi dei campani.

LE PAGELLE

Leali 5 – Errore in uscita sul pareggio  di Provedel a tempo scaduto che gli costa un’insufficienza. Per il resto regala la solita bella prestazione.

Andreoni 5 – Regala la punizione a tempo scaduto che porterà al gol del pareggio, offre un buona prestazione senza acuti e con qualche fallo di troppo può fare molto meglio in avanti si fa vedere a sprazzi.

Ferigra 5 – Spreca l’occasione da titolare commettendo diverse ingenuità,  tra le quali il fallo su Bifulco che ha portato al rigore realizzato da Forte.

Gravillon 6 – Perno della difesa bianconera si rende indispensabile come sempre risolvendo alcune situazioni pericolose dei campani.

Sernicola 5.5 – Fa il suo compito senza farsi vedere troppo, in avanti non si vede mai può e deve fare di più.

Cavion 6 – Più in fase difensiva che in fase offensiva la sua partita è fatta di sacrificio nel disordine del centrocampo bianconero ci mette una pezza.

Petrucci 5.5 – Razionale e preciso ma non si prende mai la responsabilità di verticalizzare preferisce smistare, fa il suo.

Padoin 5.5 – Torna nel suo ruolo naturale, stanco e impreciso non riesce a dare l’apporto sperato, fa il suo compito ma non supporta la fase offensiva come deve. (Dal 74′ Ninkovic 7 – Devastante, il suo ingresso apporta qualità entra e sigla subito il vantaggio spiazza Provedel dopo l’assit perfetto di Brlek, riprendendosi l’affetto dei tifosi e dei compagni.)

Morosini 6.5 – Ormai è diventato un punto fisso nell’attacco dell’Ascoli, qualità e quantità,sempre preciso cerca Scamacca e Trotta con alcuni filtranti, non molla mai fino  alla fine quando si deve fermare per forza e lasciare posto a Brlek. (Dall’81 Brlek 6.5 – Assente ingiustificato,  entra in campo nel finale ed offre subito l’assist per il gol di Ninkovic)

Scamacca 7– Sigla la prima rete da vero bomber d’area, sfruttando la disattenzione difensiva ospite. Ha almeno altre occasioni ma spesso si fa trovare in offside, da un giocatore come lui ci si aspetta di più.

Trotta 6 – In crescendo la sua prestazione, ha una buona occasione dove trova però un ottimo Provedel, buona l’intesa con Scamacca. (Dal’89 Troiano s.v.)


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.