ASCOLI PICENO – Un accordo oltre gli schieramenti. Il gruppo consiliare di Ascolto e Partecipazione esprime condivisione per la proposta avanzata dal vicepresidente del Consiglio della Regione Marche Piero Celani (di Forza Italia: clicca qui per il suo articolo). “L’Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile numero 614 del 12 novembre sta creando ulteriori complicazioni a persone in disagio abitativo e psicologico a causa del sisma e del ritardo nella ricostruzione” scrivono i consiglieri Emidio Nardini e Antonio Canzian.

“Ci sono persone anziane che si sono trasferite in altre regioni d’Italia, anche diverse dal vicino Abruzzo, non per turismo, ma per raggiungere gli unici familiari che sono loro rimasti. Che senso ha penalizzarle? Non sono cittadini italiani? Non pagano le tasse in questo Paese? Perché limitare il perimetro entro il quale debbono andare a vivere?” si chiedono.

“Ascolto e Partecipazione ritiene che si debba intervenire a favore di questi cittadini ulteriormente penalizzati. Se ci sono dei furbetti li si colpisca, ma la Regione e il Governo non possono decidere dove debbano vivere le persone con ordinanza di sgombero per inagibilità dell’immobile in cui vivevano. Oltretutto, considerando le enormi responsabilità che ricadono su entrambi per non aver permesso l’inizio dei lavori su immobili in possesso di tutte le autorizzazioni e i documenti necessari” concludono.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.