ACQUASANTA TERME – “Sul nuovo Commissario Straordinario, Giovanni Legnini, non mi pronuncio se è una nomina positiva o negativa: starà a lui dimostrare il suo valore dal rapporto con i territori”.

Così il sindaco di Acquasanta Terme, Sante Stangoni, sul successore di Piero Farabollini: “Da questo confronto si gettano le basi per fare bene altrimenti la vera accelerazione tanto auspicata sarà una chimera. Ogni territorio deve essere trattato singolarmente in base alle sue necessità che si sono evidenziate post sisma, attraverso il confronto con il primo cittadino”.

“Accogliere subito tutti gli emendamenti e fare una legge speciale sul sisma.Questa la ricetta per fare bene” conclude il primo cittadino.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.