ASCOLI PICENO – I bianconeri di mister Stellone tornano con zero punti dalla Liguria. Sapevano già a che tipo di squadra andavano in contro, dopo un filotto di 4 vittorie era inevitabile che lo Spezia volasse sulle ali dell’entusiasmo e l’Ascoli poteva solo arginare l’attacco atomico dei liguri. Termina 3 a 1 per le Aquile che non si demolarizzano davanti al vantaggio di Morosini e anzi spingono ancora di più in avanti.

Stellone imposta la partita sul fisico, Sernicola entra spesso duro su Ricci, e a centrocampo si assiste a numerosi duelli, forse la troppa foga agonistica è il motivo per cui Troiano viene espulso al 54esimo per doppia ammonizione cambiando le sorti di una gara che l’Ascoli aveva faticosamente portato a suo vantaggio grazie a Leo Morosini.

E così nella ventiquattresima giornata di Serie B 2019/2020 l’Ascoli cade a picco al “Picco”. Quando Troiano lascia in dieci uomini l’Ascoli da il via alla rimonta spezina: al 66′  Mastinu di testa firma l’1-1, poi arriva il vantaggio con Gyasi e  all’86’  tris di Nzola.

Le pagelle

 Leali 5.5; Bravo e attento quando riesce a sopperire alle lacune difensive e devia anche tiri da distanza ravvicinata, nella seconda frazione non può nulla nei tre gol

Andreoni 5, Buona la sua prestazione anche in avanti ma è colpevole sia sul primo che sul secondo gol di Gyasi dove perde la marcatura

Brosco 5.5, Torna da capitano e si riprende il posto ma ancora non è al massimo della forma. Si divide a metà per le distrazioni sui gol spezini con Andreoni colpevoli entrambi di non andare a salatare e disturbare i colpitori

Gravillon 5.5, Non è il solito muro difensivo anche se cerca di metterci sempre una pezza sopratutto sulle incursioni di Ricci

Sernicola 5.5; Primo tempo opaco condito anche da un’ammonizione, nella ripresa spinge di più regalando anche qualche bel filtrante in avanti ma non basta, impreciso sui cross

Eramo 6 (78′ Ninkovic sv), Tanta quantità condita dalle sue indubbie qualità esordio per lui da migliore del centrocampo esce esausto

Troiano 4; match senza sussulti una gara attenta più per la fase difensiva che di impostazione, non regge il passo dei centrocampisti liguri e si fa ammonire nel primo tempo, rude nell’intervento al 54esimo che lo porta all’espulsione, da uno esperto come lui non ci si aspettano questi black out, lascia in dieci l’Ascoli e da il via alla rimonta dello Spezia.

Brlek 5.5; Non è il solito inventore, fa il suo compito anche con qualche sbavatura nel disordine di centrocampo

Morosini 6.5 (67′ Cavion 6); Giocatore sempre più fondamentale impiegato anche da esterno di centrocampo fa vedere tutte le sue qualità. Stellone gli chiede grandi sacrifici e ripiegamenti difensivi lui non molla mai e sigla anche il vantaggio. IL MIGLIORE

Scamacca 6, Prestazione incolore per l’attaccante che non ha palle gol a disposizione ma si sacrifica per la squadra e cerca di tenere palla in avanti

Trotta 6 (58′ Petrucci 5.5). Due bei tiri, pochi rifornimenti per lui ma tanto impegno sostituito dopo l’espulsione di Troiano lascia il posto a Petrucci che cerca di riordinare senza successo il centrocampo sguarnito


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.