ASCOLI PICENO – Torna, in occasione del Carnevale ascolano 2020, il “Premio Gianni Lattanzi” che sarà assegnato alla maschera singola o al gruppo che dimostrerà un particolare e marcato carattere di teatralità. E’ il premio speciale, in collaborazione con l’associazione “Il Carnevale di Ascoli, voluto dai familiari, dagli amici e dai componenti della ex “Compagnia del Capannone”, per ricordare Gianni Lattanzi, grande avvocato, politico e poliedrico uomo di cultura, scomparso nel 2013.

Il “Premio Gianni Lattanzi” è un riconoscimento, ad insindacabile giudizio dei proponenti, che andrà alla maschera, in concorso o fuori concorso, che si metterà maggiormente in evidenza per i caratteri specifici della teatralità ovvero recitazione, gestualità, declamazione, costume ed improvvisazione.

L’avvocato Giangiacomo Lattanzi è stato lui stesso per tanti anni un protagonista del Carnevale sia offidano, dove fu tra i fondatori, nel 1948, della Congrega del Ciorpento, sia ascolano. Fu anche fondatore e animatore principale della Compagna teatrale “Il Capannone” che ha messo in scena indimenticabili commedie in dialetto ascolano (quelle scritte in particolare da Marco Scatasta) e che ha contribuito per tanti anni alla formazione di numerosi attori e alla ricerca e alla valorizzazione del linguaggio e delle tradizioni popolari. La consegna del premio, una targa, avverrà nel corso della cerimonia ufficiale delle premiazioni del Carnevale ascolano fissata per domenica primo marzo alle ore 16.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.