ASCOLI PICENO – Teatro gremito ad Ascoli per uno show che in due giorni ha riscosso un notevole successo e visto la partecipazione di molti giovani.

Parliamo del musical “We Will Rock You” proposto nella stagione promossa da Comune di Ascoli Piceno e Amat, con il contributo di Regione MarcheMiBACT e il sostegno di Bim Tronto. Lo spettacolo è andato in scena al Ventidio Basso il 18 e 19 febbraio.

In un un futuro distopico, con il rock bandito e dimenticato da una società lobotomizzata e portata al consumo di massa, due giovani Galileo e Scaramouche  hanno la missione e la volontà di riappropriarsi della musica di qualità, e del diritto di pensare ed esprimere le proprie idee, insieme ai ribelli che lottano contro il sistema che vuol imporre il proprio dominio mentale e psicologico.

Una battaglia condita dai brani dei Queen, la storica band inglese di Freddie Mercury, scomparso nel novembre 1991 a causa dell’Aids.

Le vicende di Galileo e Scaramouche hanno appassionato a ritmo di rock platee animate da giovani e meno giovani che hanno condiviso con i protagonisti, tra emozioni e risate, il racconto di una Speranza, del potere salvifico del “Rock and Roll”, della condivisione e del diritto di poter esprimere se stessi.

Le musiche e le canzoni dello spettacolo sono quelle originali, cantate in lingua inglese ed eseguite rigorosamente dal vivo da un’eccezionale band. L’attenta rivisitazione e implementazione del testo originale, tradotto da Raffaella Rolla, a cura della regista Michaela Berlini, del direttore artistico e vocale Valentina Ferrari e del produttore Claudio Trotta ha evidenzianto l’attualità dei temi di un “musical transgenerazionale”.

Lo spettacolo con i più grandi successi dello storico gruppo inglese è tra quelli più rappresentati al mondo ed è stato riproposto in un nuovo allestimento prodotto da Claudio Trotta per Barley Arts, rinnovato sotto ogni aspetto, che mantiene tutta la carica rock apprezzata da oltre 8 milioni di spettatori in 12 anni consecutivi di rappresentazioni.

Al Ventidio Basso sono state più di tre ore a tutto rock con la platea che ha applaudito più volte gli attori-cantanti e riservato, alla fine della performance, molte ovazioni e tributi.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.