ASCOLI PICENO – Si è aperta questa mattina, 20 febbraio, con una grandissima partecipazione di maschere e pubblico l’edizione 2020 del Carnevale di Ascoli. Tutto è iniziato con il corteo che ha visto sfilare Re Carnevale, Paolo Angelini, insieme a Buonumor Favorito e Lu Sfrigne, applauditissimi mentre ballavano col saltarello della Paranzella Piceno Aprutina e con la musica del complesso bandistico “Città di Acquasanta”. Poi ampio spazio alle scuole con gli oltre 2 mila studenti che si sono esibiti, con l’ormai rodata conduzione di Marco Regnicoli, insieme a Silvia Frillici, in piazza del Popolo e in piazza Arringo. Un’apertura alla grande con tanta gente ad applaudire le colorate e divertenti esibizioni degli studenti (presenti anche le scolaresche di Acquasanta e Arquata).

Qui il nostro articolo precedente

Giovedì Grasso ad Ascoli, oltre 2 mila giovani al centro storico: “W il Carnevale”

LA FESTA DELLA FANTASIA, IL GRUPPO VINCITORE

Nel pomeriggio, invece, ha preso il via come tradizione, sempre in piazza del Popolo, la Festa della fantasia (ormai giunta alla 35esima edizione) che ha visto in gara 9 gruppi: “Qua pure li scattle c’ha recchie e vocca”, “Fairy Cheer”, “L’Epifania tutt li fest non s porta vie”, “Ecc è tutto nu mangia mangia”, “Noi pensiamo”, “Rosso di sera”, “Continuavano a chiamarlo Trinità”, “Pure stavodda seme fatte li maschera”, “Vi presenteme l’ascula’: origini, tradizioni e… lu magnà”. Tra gli applausi del pubblico presente è stato proclamato vincitore il gruppo “Ecc è tutto nu mangia mangia”. Oltre agli attestati di partecipazione sono stati assegnati il premio ‘simpatia’ a “Qua pure li scattle c’ha recchie e vocca”, il premio ‘ironia’ a “Continuavano a chiamarlo Trinità” e il premio ‘originalità’ a “Rosso di sera”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.