ASCOLI PICENO – Dopo la sconfitta in Liguria contro lo Spezia, l’Ascoli Calcio è pronto a tornare in campo domani 22 febbraio alle ore 15 al Del Duca contro la Cremonese con mister Stellone alla ricerca della prima vittoria alla guida della squadra bianconera.

“Sarà una partita difficile come lo saranno tutte da qui alla fine del campionato – le parole di Stellone alla vigilia del match – tutte le squadre hanno un obiettivo, dal salvarsi alla promozione diretta o i play off. Affrontiamo una squadra costruita per un’altra classifica, hanno avuto problemi con un doppio cambio di allenatore ma non deve interessarci, i miei ragazzi stanno dando tanto in allenamento, dovremo mettere in campo lo stesso atteggiamento dei primi 60 minuti di La Spezia, spesso le partite le decidono le episodi, dovremo essere bravi a portare gli episodi dalla nostra parte”.

“La Cremonese ha una rosa importante – continua Stellone – io devo pensare ad aumentare l’intensità della mia squadra, sono contento di aver lavorato un’altra settimana. Ho sempre lavorato a porte chiuse, un allenamento dalla prossima settimana in accordo con la società, lo faremo a porte aperte, il martedì o il mercoledì. Queste due settimane avevo bisogno di poter urlare contro qualche giocatore senza pensare ad altro o essere frainteso, non è che voglio che tenere nascosti gli allenamenti”.

Chi giocherà? – conclude il tecnico bianconero – Nelle scorse due partite non avevo dato la formazione e non ha portato bene, quindi essendo scaramantico adesso la dirò: Leali, Pucino, Brosco, Gravillon, Padoin, Cavion, Petrucci, Eramo, Morosini, Scamacca e Trotta. C’è qualche cambio rispetto alla passata partita ma sto cercando di capire tanti aspetti, non sono bocciature, tra un paio di partite andrò dritto nelle scelte più sensate in base a quello che ho visto nei giocatori a disposizione. Dobbiamo pensare poco al modulo e più ai movimenti con e senza palla, dovremo essere bravi a scalare e pressare, capire quando difendere in 11 e quando attaccare”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.