ASCOLI PICENO – I bianconeri di mister Stellone, ancora a secco di vittorie, conquistano un punto importante in chiave salvezza. Termina 1 a 1 con il Chievo del neo tecnico, Alfredo Aglietti. A rovinare la festa all’ex mister bianconero ci pensa il talento serbo, Nikola Ninkovic, tornato titolare dopo mesi difficili.

Gara a rischio rinvio fino a poche ore dal fischio di inizio, il posticipo della 27a giornata di serie B, alla fine si è giocato a porte chiuse. In un “Del Duca” deserto, l’esordio di Alfredo Aglietti, sull’altra sponda di Verona (aveva allenato anche l’Hellas) in sostituzione di Michele Marcolini, sembra davvero ottimo. Inizio sprint dei veronesi che nel primo tempo schiacciano l’Ascoli nella propria metà campo, da segnalare solo un tiro di Petrucci e un colpo di testa di Scamacca, e dopo alcune occasioni vanno in vantaggio al 38’ del primo tempo con  Djordjevic, che impatta un tiro a centro area di Vignato .

Nella seconda frazione  però si inverte la supremazia dopo il primo quarto d’ora, quando mister Stellone decide di buttare nella mischia Morosini e Trotta (al posto di Scamacca), si vede un altro Ascoli. Ci pensa Ninkovic al 26’ della ripresa a siglare il pareggio azione insistita da sinistra dell’Ascoli, porta al  cross Trotta, deviazione di Renzetti, che serve involontariamente il serbo che stoppa e infila in rete da distanza ravvicinata. Nel finale alcuni ribaltamenti di fronte con due occasioni ghiotte che il Chievo non sfrutta bene.

Nota positiva la prestazione di Ninkovic dopo mesi difficili e nonostante alcuni comportamenti negativi dopo i quali era stato dato anche per partente, il serbo sembra volersi riprendere il ruolo da protagonista che ormai sembrava perso. insieme a Morosini potrebbe formare una trequarti di grande qualità.

Punto che fa respirare i bianconeri in vista della trasferta di Chiavari, domenica 8 marzo alle ore 15, affronteranno la Virtus Entella al “Comunale” . Arbitro Ivan Robilotta di Sala Consilina. Gli Assistenti saranno Gamar Mokhtar della sezione di Lecco e Damiano Margani di quella di Latina. Quarto Ufficiale Lorenzo Illuzzi di Molfetta. I bianconeri dopo la seduta di questa mattina a porte chiuse, e dopo il pranzo partiranno per il ritiro di Coverciano. Non ci sarà il capitano bianconero Riccardo Brosco, per squalifica ammonito per la quinta volta da inizio campionato. Rientrerà Gravillon, dopo il turno di stop. Restano in diffida Cavion, Padoin e Pucino.

Il Presidente della Lega Nazionale Professionisti B Mauro Balata con il comunicato n. 117 del 5 marzo 2020 ha disposto lo svolgimento “a porte chiuse” di tutte le gare organizzate dalla Lega Nazionale Professionisti Serie B (Campionato Serie BKT 2019/2020 e Campionato Primavera 2 2019/2020) che saranno disputate per tutto il periodo di vigenza delle prescrizioni imposte dal D.P.C.M. del 4 marzo 2020 (efficacia sino al 3 aprile 2020) e, comunque, sino a quando le disposizioni statali non modificheranno le stesse.

Queste le partite che l’Ascoli disputerà a porte chiuse: ENTELLA-ASCOLI; ASCOLI-PERUGIA, VENEZIA-ASCOLI, ASCOLI-CROTONE

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.