VALLE CASTELLANA – Non raggiunge il quorum necessario per la sua validità il referendum che si è tenuto domenica 8 marzo a Valle Castellana, comune nella Provincia di Teramo ma gravitante nell’orbita di Ascoli Piceno in cui una parte di cittadini, da tempo, chiedono di distaccarsi dall’Abruzzo per aderire alle Marche.

Che si sia votato in piena emergenza coronavirus, con scrutatori e votanti al seggio con le mascherine, è stato abbastanza clamoroso a fronte di un referendum nazionale, previsto il 29 marzo, rimandato.

Ad ogni modo questi sono i risultati: 273 votanti, pari al 25% degli aventi diritto; 236 Sì, 32 No, 2 nulle.
Solo il 25% per 273 votanti.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.