SCORRI VERSO IL BASSO PER TUTTE LE NOTIZIE DI QUESTA GIORNATA

SINTESI GIORNATA, DATI PROTEZIONE CIVILE

Ad oggi, in Italia sono stati 17.660 i casi totali.

Nel dettaglio: i casi attualmente positivi sono 7.732 in Lombardia, 2.011 in Emilia-Romagna, 1.453 in Veneto, 794 in Piemonte, 698 nelle Marche, 455 in Toscana, 304 in Liguria, 242 nel Lazio, 236 in Friuli Venezia Giulia, 213 in Campania, 157 nella Provincia autonoma di Trento, 126 in Sicilia, 123 nella Provincia autonoma di Bolzano, 121 in Puglia, 83 in Abruzzo, 73 in Umbria, 43 in Sardegna, 37 in Calabria, 27 in Valle d’Aosta, 17 in Molise e 10 in Basilicata.

Sono 1.439 le persone guarite. I deceduti sono 1.266, ma questo numero potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto Superiore di Sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso.

ORE 20 L’APPELLO DI MASSIMO VAGNONI SINDACO DI MARTINSICURO

Coronavirus, Massimo Vagnoni: “Dobbiamo stare attenti, restiamo a casa”

ORE 20:30

Coronavirus, ad Ascoli chiusi parchi e giardini pubblici

ORE 20:30

Misericordia Grottammare: “Consegneremo farmaci a domicilio a chi non può uscire”

ORE 21 DA ASCOLI

Ascoli, in 50 contatti diretti con il secondo positivo. Ci sono altri casi. Giunta tutta in isolamento

ORE 20

In giro senza regolare autocertificazione, nove persone denunciate

ORE 18:30 AGGIORNAMENTO MARCHE Il Gores nella giornata di oggi ha purtroppo registrato 9 nuovi decessi: si tratta di 7 uomini e 2 donne. Gli uomini sono deceduti a: San Benedetto (81 anni), Pesaro (85 anni), a Marche Nord (92, 84, 72 anni), a Torrette di Ancona (80 anni) e a Urbino (76 anni). Ad Urbino si sono spente anche le due donne (89 e 94 anni). Tutti avevano patologie pregresse.

Salgono a 36 i decessi nelle Marche: 29 uomini e 7 donne.

ORE 18 PROTEZIONE CIVILE 

Angelo Borrelli (Protezione Civile): Stiamo acquisendo i ventilatori che ci aiutano nella capacità di risposta. Nella sede della Protezione Civile di emergenza europea, abbiamo chiesto aiuto sui materiali, devo dire che in altre occasioni l’aiuto sia stato più incisivo.

Brusaferro (ISS): In questo week end possiamo aspettarci dei casi, ma ricordiamoci che la durata media dell’incubazione è tra 4 e 7 giorni. Anche le immagini delle folle assembrate al mare o in montagna o in piazza ricordano che sono luoghi dove il virus ha circolato e una parte di quelle persone avrà una sintomatologia. Lo diciamo con dispiacere. Ma da qualche giorno gli italiani hanno colto come comportamenti di questo tipo si ritorcano contro. Vedremo le curve, l’ipotesi è di una crescita ma speriamo di essere smentiti dai fatti.

Due sono i valori che valutiamo: il valore di quante persone vengono infettate da un contatto e il tempo di incubazione. In base a questi dati possiamo stimare dei picchi. Noi stiamo percorrendo la strategia di abbassare il numero di persone contattate e quindi il numero di persone che si rivolgono a strutture sanitarie per assistenza. Se il picco resta più basso consente di garantire l’assistenza, spalmandolo più a lungo. Un picco più alto può portare ad una fase iniziale dove in molti chiedono assistenza.

 

ORE 16:30 ORDINANZA TRASPORTO PUBBLICO REGIONE MARCHE Il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli ha firmato nel pomeriggio l’ordinanza numero 8, per la programmazione dei servizi di Trasporto Pubblico Locale su gomma nel corso dell’emergenza Coronavirus, fornendo l’indicazione ai gestori di elaborare e trasmettere alla Regione un programma di esercizio che, a partire dal 14 marzo 2020, preveda: il mantenimento dei servizi minimi essenziali e utili a soddisfare le esigenze di mobilità delle persone autorizzate agli spostamenti per ragioni di lavoro, salute o necessità inderogabile.

Tra i servizi minimi essenziali si ricomprendono quelli per raggiungere le strutture sanitarie, i servizi pubblici e istituzionali essenziali attivi, le strutture di vendita di generi alimentari e di prima necessità, le attività produttive operanti, i nodi di scambio del trasporto regionale. Non potranno quindi essere effettuate corse bis di rinforzo, corse di trasporto scolastico.

Anche sulle direttrici potenzialmente utili allo spostamento di viaggiatori autorizzati dovranno essere ridotte le frequenze proporzionalmente alla riduzione dell’utenza presente nell’ultima settimana (riduzioni medie non inferiori al 40-50% per i servizi urbani e al 60-70% per quelli extraurbani. Sui mezzi che resteranno in circolazione saranno richiesti controlli da parte delle forze di pubblica sicurezza per la verifica delle certificazioni che richiedono lo spostamento).

Tutti i servizi andranno organizzati in modo da garantire le condizioni di sicurezza sanitaria sia per gli operatori, sia per gli utenti. A questo scopo la salita e la discesa dovranno avvenire dalle porte posteriori, sarà sospesa la vendita a bordo dei titoli di viaggio, sarà vietato stazionare vicino all’autista (catenella o nastro di segnalazione bianco rosso posizionati dietro le due prime file di sedili), sarà sospesa l’attività di controllo. I mezzi ad unica porta potranno essere utilizzati solo se in condizione di consentire la protezione del posto di guida. Sugli autobus dovrà essere rispettata la distanza tra utenti di minimo un metro.

E’ richiesta alle aziende la massima diffusione del nuovo programma di esercizio attraverso comunicati, internet, altri canali digitali e con segnalazioni nei capolinea.
La validità degli abbonamenti scolastici +è sospesa a far data dal primo giorno di chiusura delle scuole.

ORE 16 EMERGENZA CORONAVIRUS FINO A GIUGNO Lo ha detto il consigliere Oms in una trasmissione televisa e consulente del governo italiano Walter Ricciardi, rilanciato dall’agenzia giornalistica Dire. “Noi non abbiamo metri di paragone se non quello con la Sars che era un virus simile, meno contagioso e la situazione si risolse verso maggio-giugno. Questo è più contagioso quindi è’ probabile che almeno arriveremo fino a quei mesi e forse un po’ oltre”.

L’emergenza Coronavirus durerà fino a giugno

ORE 15 DUE CASI DI CORONAVIRUS AD ASCOLI, GLI AGGIORNAMENTI DELL’AREA VASTA 5

ORE 14:30 GROTTAMMARE CHIUDE CIMITERO, PARCHI E GIARDINI PUBBLICI

ORE 14:30 GROTTAMMARE, TRATTAMENTI IGIENIZZANTI NELLA NOTTE

ORE 14 CORONAVIRUS, VOTO REGIONALI RIMANDATO *FLASH -CORONAVIRUS: BOZZA DL, SLITTANO COMUNALI 2020, AL VOTO TRA 15 OTTOBRE E 15 DICEMBRE- FLASH* | (Ile/AdnKronos).

L’Adnkronos fa riferimento alla bozza di un decreto legge al momento in fase di valutazione da parte del governo e che dovrebbe essere approvato a breve. Anche le elezioni comunali della prossima primavera dovrebbero slittare a dopo l’estate. Presto aggiornamenti per eventuali conferme.

ORE 14:40 SLITTA LA STAGIONE TURISTICA A SAN BENEDETTO

ORE 14 ACQUAVIVA CHIUDE PARCHI E CIMITERO

ORE 13,30 MONTEPRANDONE CHIUDE E VIETA L’INGRESSO NEI PARCHI PUBBLICI

ORE 13 PIUNTI CHIUDE I PARCHI CITTADINI

ORE 12 AGGIORNAMENTO GORES MARCHE Totale positivi nella regione Marche 725 di cui: 496 a Pesaro, 158 ad Ancona, 48 a Macerata, 16 a Fermo, 2 Ascoli Piceno, 5 extra regione.

Ricoverati: 422, di cui: 85 in terapia intensiva, 337 in terapia non intensiva, 281 in isolamento domiciliare, nessun dimesso guarito.

Strutture di ricovero: Pesaro Marche Nord 24, Ancona Torrette 21, Camerino 17, Fermo 5, San Benedetto 5, Urbino 3, Inrca Ancona 2, Civitanova 1.

Isolamento domiciliare: totale 2642 di cui 334 sintomatici, 2308 asintomatici, 219 operatori sanitari.

Così suddivisi per provincia:

Pesaro 1223 di cui 229 sintomatici e 994 asintomatici e 128 operatori sanitari.

Ancona 854 di cui 45 sintomatici e 809 asintomatici e 145 operatori sanitari.

Macerata 318 di cui 40 sintomatici e 278 asintomatici, 24 operatori sanitari.

Fermo 174 di cui 12 sintomatici e 162 asintomatici, 16 operatori sanitari.

Ascoli Piceno 73, di cui 6 sintomatici, 65 asintomatici, 6 operatori sanitari.

ORE 12 Così il lungomare di San Benedetto stamattina, foto e video

ORE 12 Autotrasportatori Cna: “Carichi di lavoro esasperanti, abbiamo bisogno di sostegno”

ORE 11.55 “Covid-19. Cosa possiamo imparare dal virus” spazio ad un’interessante riflessione di Gianna Angelini, nostra collaboratrice, semiologa ascolana, docente all’Accademia di Belle Arti di Roma

ORE 11.45 Coldiretti Marche: “A rischio 407 milioni di export, grande distribuzione sostenga agroalimentare Made in Italy”

ORE 11 Centobuchi, strade poco trafficate. Persone, molte con la mascherina, in fila rispettando il metro di distanza davanti a supermercati, farmacie, banche e ambulatori medici. File comunque abbastanza scorrevoli. All’interno degli esercizi commerciali dipendenti e titolari con guanti e mascherine.

13 MARZO ORE 10:30 AGGIORNAMENTO GORES MARCHE 752 positivi in Regione, +133 in un giorno. Si tratta dell’incremento maggiore in 24 ore registrato dall’inizio dell’epidemia coronavirus. Anche se in termini percentuali, rispetto al totale dei contagiati, l’aumento è del 22,46% in un giorno rispetto al 23,59% del giorno precedente.

Come spiegato dalle autorità, l’aumento, anche nei prossimi giorni, era messo in preventivo e l’efficacia delle misure prese potrebbe manifestarsi a distanza di giorni.

TUTTI I DATI PER REGIONE E TIPO DI CURA 12 marzo , PDF Comunicato 786_CAV – Situazione al 12 marzo ore 17

TUTTI I DATI PER PROVINCIA 12 marzo Comunicato 786_CAV – Ripartizione per provincia dei contagiati 12 marzo 2020

ATTIVITA’ PRODUTTIVE, CHI APRE E CHI CHIUDE Slide_Coronavirus_12marzo-01 (1)

COME BISOGNA COMPORTARSI Slide_Coronavirus_12marzo-03


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.