ASCOLI PICENO – Prima vittima da coronavirus nel Piceno. Si tratta di un paziente di 80 anni, con patologie pregresse e ricoverato già da 20 giorni all’ospedale Mazzoni di Ascoli e che due giorni fa (ma la notizia si è appresa solo oggi) è risultato positivo al Covid-19.

Si ipotizza che il virus possa essere stato contratto durante la visita di un parente che a sua volta era entrato in contatto con uno dei primi casi positivi di Ascoli, un dipendente comunale trovato positivo al coronavirus dopo una vacanza in montagna, nella regione Lombardia.

L’uomo deceduto, a seguito della positività, era stato trasferito all’ospedale Madonna del Soccorso di San Benedetto (ospedale Covid per l’Area Vasta 5) due giorni fa in gravissime condizioni. A seguito di questo caso la direzione sanitaria dell’Area vasta 5 ha sospeso all’ospedale Mazzoni le visite ai parenti ricoverati.

Il sindaco Marco Fioravanti, durante la sua quotidiana diretta sui social, ha affermato di aver porto le condoglianze alla famiglia: “E’ il primo decesso da quando c’è questa emergenza nella nostra città, è un momento difficile e ci stringiamo attorno alla famiglia anche con una preghiera”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.