Tutti i positivi per Comune nelle Marche clicca qui POSITIVI COMUNE Marche alle ore 12 di venerdì 20 marzo

CLICCA QUI PER TUTTI GLI AGGIORNAMENTI DEL 19 MARZO

_____________________________________________________________________________

ORE 23.30 Caso positivo ad Acquasanta, il sindaco: “Persona in questione vive da anni in altro Comune ma ha la residenza da noi”.

ORE 21.40 Tutti i casi nelle Marche, elenco

ORE 21.30 Primo positivo ad Acquaviva, parla il sindaco Rosetti.

ORE 20.45 “Indennità di marzo donate agli ospedali di Ascoli e San Benedetto”. La generosità di Acquasanta

ORE 20.40 Covid-19, 150 controlli a San Benedetto: “Fatta anche ampia informazione su nuova Ordinanza”

ORE 20.35 Coronavirus e sisma, Legnini: “Accelerare pagamenti e regole per sicurezza”

ORE 20.30 Ceriscioli a Conte: “Task Force dei medici serve nelle Marche, qui altissima incidenza positivi”

ORE 20 Ecco i positivi nelle Marche, Comune per Comune, alle ore 12 di venerdì 20 marzo.  Nel Piceno: 1 Acquaviva, 1 Acquasanta, 23 Ascoli, 2 Castel di Lama, 1 Folignano, 2 Grottammare, 1 Massignano, 3 Monsampolo del Tronto, 1 Montalto delle Marche,6 San Benedetto del Tronto, 1 Spinetoli, 1 Venarotta. Per visualizzare il documento della Regione, clicca qui

ORE 19 Polizia municipale al lavoro anche in spiaggia

ORE 18:30 Sono 17 i decessi registrato oggi da coronavirus nella Regione Marche, in riduzione rispetto alle ultime due giornate. Ben 115 nella provincia di Pesaro-Urbino, 23 Ancona, 7 Macerata, 7 Fermo, 1 Ascoli. Età media 79,4 anni, con patologie pregresse 98,7%.

_____________________________________________________________________________

DIRETTA PROTEZIONE CIVILE ore 18

Angelo Borrelli (Protezione Civile): 689 guarite, in totale a 5.129. E’ di 4670 l’incremento dei contagiati, totale 37.860, oltre 18 mila in isolamento. 2.655 il numero di chi è in terapia intensiva, il 7% dei positivi. Registriamo 627 nuovi deceduti, con il coronavirus, non per il coronavirus, l’Istituto Superiore della Sanità sta portando avanti una indagine epidemiologica che ci comunicherà questi dati.

Ho firmato una ordinanza che consente il pagamento anticipato delle pensioni, quindi saranno pagate dal 26 di marzo ai primi di aprile, e avverrà anche nei mesi a venire. Stiamo lavorando con il ministro Boccia e altri ministri per costituire la task force dei 300 medici per le regioni.

Attenzione alle fake news che stanno girando, spero che possano essere individuati gli autori e puniti.

Non abbiamo avuto problemi con i ricoveri negli ospedali, chi sta a casa o è asintomatico o ha dei sintomi lievi per cui non necessita di ricovero ospedaliero, qualora fosse necessario possono intervenire altre regioni che sono meno affollate.

Mi sono permesso di evidenziare una cosa a me detta e valutata dagli esperti: non sapremo mai quando sarà il picco, si parla della settimana prossima o successiva, ma ci sono delle tendenze e non dati scientifici. Le misure messe in campo hanno dato dei risultati, le persone positive sono relative al periodo precedente alla stretta che è stata data.

Siamo partiti da poco più di 5 mila e siamo arrivati a quasi 8 mila posti in terapia intensiva e cresceranno ancora, come richiesto dal Ministero della Salute. Per le sanzioni a chi non rispetta i decreti, noi ci limitiamo alle nostre attività e non a decisioni politiche.

Abbiamo acquistato 390 mila tamponi, li stiamo distribuendo, non ci sono particolari criticità se non contingenti. Se riusciamo a produrre tamponi e riusciamo anche ad esportarli non vedo criticità.

Professor Bernabei Presidente associazione Italia Longeva: sono state analizzate le cartelle dei primi 300 deceduti: 3 avevano zero patologie, mentre il 48% aveva 3 patologie, 25% e 25% una e due patologie. Il dato importante è che il fattore di rischio vero è una età geriatrica e patologie concomitanti. In particolare ipertensione, cardiopatia ischemica, fibrillazione atriale, diabete: con esse il virus  trova un terreno fertile, ecco perché c’è un eccesso di mortalità, siamo il paese più vecchio del mondo col Giappone.

Abbiamo meno del 10% di mortalità sotto i 60 anni, il resto da 60 in su.

Sapere i tempi delle restrizioni, ancora non lo sappiamo, fin quando non avremo la valutazione del picco della viralità non possiamo fare dei calcoli. Tutto quello che è assistenza tecnica come il saturimetro può essere impiegato.

Le misure prese fino ad ora su input comitato tecnico scientifico dovevano essere prese, poi se localmente ci sono delle decisioni locali, niente da aggiungere.

Perché i contagi sono concentrati in poche regioni? Non abbiamo la soluzione pronta. C’è un livello ancora contenuto nel Centro-Sud, significa che le misure di contenimento cominciano a lavorare, dove c’erano molti pazienti zero le cose hanno continuato ad esplodere, anche se vedo oggi solo 200 casi in più rispetto a ieri: ce lo diranno le prossime giornate.

Non risulta che non ci siano i posti in terapia intensiva. Bisogna vedere come vengono calcolati i morti in Germania: “Certo che se per i decessi segnano solo un 28 morto da polmonite per coronavirus allora alla fine avranno 5 casi, mentre il 90enne che magari aveva il tampone positivo con tante patologie se dicono che è morto per altro e non per coronavirus… Alla fine di questa storia sapremo meglio la situazione”.

Sono dieci giorni che abbiamo preso le misure più dure, dobbiamo aspettare almeno due settimane per fare dei conti precisi.

L’idea che ci possano essere degli spot nei prossimi giorni nel meridione può essere, importante che restino focolai e che siano provvedimenti immediati per restringere. La cosa fondamentale è quella di controllare il tutto e vedere cosa succede nelle prossime due settimane.

 

 

______________________________________________________________________________

GLI AGGIORNAMENTI DEL 20 MARZO

ORE 18 Posti di blocco a Monteprandone

ORE 18 Secondo caso di positività a Grottammare

ORE 17 Confindustria Marche critica “Cura Italia”: non basta neanche per difenderci

ORE 16.30 Quartiere Bellosguardo-Sgariglia chiede più controlli

ORE 16.30 Ceriscioli: “Nuove regole con la primavera”

ORE 16.30 Spinetoli, precisazioni sull’unico caso positivo.

ORE 16.30 Grottammare, quasi 800 controlli stradali

ORE 14 PRIMO POSITIVO A MASSIGNANO

ORE 14 I DATI DEL GORES IN DETTAGLIO

Totale test effettuati 5170; positivi 1981; negativi 3189.

Positivi al Sars-Cov-2. Totale ricoverati: 842; in terapia intensiva 138; area post-critica 97; non in terapia intensiva 607; dimessi 45; isolamento domiciliare 1003.

Deceduti 136.

Ricoveri terapia intensiva: 138. Di cui: Pesaro Marche Nord 34, Ancona 33, Senigallia 7, Fermo 10, Civitanova 8, Jesi 12, Urbino 6, Camerino 10, San Benedetto 8, Inrca Ancona 10.

Ricoverati in terapia sub-intensiva: Civitanova 7, Camerino 8, San Benedetto 10, Pesaro Marche Nord 113, Ancona Torrette 16.

Isolamento domiciliare 4934, di cui 4165 asintomatici, 769 sintomatici – 446 operatori sanitari.

Ancona: 1047, di cui 919 asintomatici, 128 sintomatici – 117 operatori sanitari.

Pesaro: 2163, di cui 1744 asintomatici, 419 sintomatici – 173 operatori sanitari.

Macerata 725, di cui 603 asintomatici, 122 sintomatici – 59 operatori sanitari.

Fermo: 616, di cui 538 asintomatici, 78 sintomatici – 74 operatori sanitari.

Ascoli: 383, di cui 361 asintomatici, 22 sintomatici – 23 operatori sanitari.

ORE 13.20 DATI GORES MARCHE 250 i positivi in aggiunta ai precedenti: si tratta dell’incremento maggiore in 24 ore da quando nelle Marche si effettuano gli esami su Covid-19. E’ vero anche che il numero di tamponi è aumentato notevolmente, ben 635, nuovo “record” regionale.

Positivi in totale 1981: 1099 Pesaro, 531 Ancona, Macerata 215, 80 Fermo, 43 Ascoli, 31 extra-regione.

Presto tutte le info, i grafici, gli andamenti.

Dati dati seguenti, emerge come l’andamento della progressione dei contagi sia rallentato rispetto alla scorsa settimana, anche se oggi si è raggiunto il punto massimo in termini assoluti. Da rilevare l’aumento del numero dei tamponi, con una percentuale di positività rispetto agli esami leggermente al di sotto del 40% di media.

ORE 12.30 SANIFICAZIONE, SNPA E ISPRA: NESSUNA EVIDENZA SIA UTILE

ORE 12 CONTROLLI POLIZIA MUNICIPALE A SAN BENEDETTO

ORE 11.30 EVOLUZIONE MARCHE Su terapia intensiva, decessi e area post-critica.

ORE 11.20 Ascoli, si parte con la disinfezione di strade e pavimentazione urbana

ORE 10.40 Covid-19, controlli in Riviera: scattano le denunce per chi non rispetta il Decreto

ORE 9.30 Ha inizio la nostra diretta NO STOP con aggiornamenti e notizie sul Coronavirus nel Piceno, nelle Marche, in Abruzzo e in Italia.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.