ANCONA – “Numero di medici e dirigenti sanitari malati, positivi, deceduti in seguito a infezione da coronavirus nelle varie aziende sanitarie ed aree vaste, numero di tamponi effettuati sul personale sanitario, lo stato dell’arte della fornitura dei Dpi, in particolare mascherine e camici, bandi emessi per l’integrazione del personale sanitario. Dopo avere chiesto chiarimenti su questi punti al presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli, senza avere riscontro, e dopo avere valutato le condizioni di lavoro drammatiche raccontate via e-mail da colleghi, il sindacato medici Anaao Assomed Marche, a malincuore è pronto ad adire le vie legali, denunciando carenze di organizzazione e programmazione”.

Così in una nota il sindaco medici: “Ma anche mancanza di trasparenza in particolare sul numero dei sanitari contagiati. “Chiediamo di essere trattati come i nostri pazienti, invece siamo costretti ad operare senza le opportune dotazioni di protezione”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.