ASCOLI PICENO – Circa 80 chili di frutta, verdura, pane, pasta e legumi che Coldiretti Ascoli Fermo donerà alle famiglie bisognose attraverso la comunità di accoglienza “Le Querce di Mamre”.

Con la consegna che si terrà oggi pomeriggio, 31 marzo, ad Ascoli Piceno entra subito nel vivo la Spesa sospesa a domicilio, l’iniziativa lanciata da Coldiretti, Campagna Amica e Terranostra per dare una mano ai poveri. Sostegno che, dal Mercato coperto di Campagna Amica in via Tranquilli esce per incontrare chi ha necessità di aiuto per mangiare. La spesa sospesa a domicilio prende spunto dalla tradizione partenopea del caffè sospeso e darà la possibilità ai frequentatori del Mercato di via Tranquilli di lasciare qualche euro in più, una donazione volontaria per provvedere all’acquisto di generi alimentari per le famiglie meno abbienti.

Giovedì 2 aprile la consegna è prevista anche a Fermo dove la Spesa sospesa a domicilio è attiva dal mercato coperto di piazza Dante. Coldiretti Ascoli Fermo ha individuato, in questo caso, la Parrocchia di San Giovanni Bosco e la Provincia Picena dei Frati Cappuccini per consegnare altri 80 chili di cibo. Secondo la relazione annuale Fead, i fondi erogati attraverso Agea per gli aiuti alimentari, nelle Marche ci sono quasi 68mila indigenti che si rivolgono ad associazioni benefiche. E il numero è destinato a crescere per effetto delle limitazioni imposte per contenere il contagio, con la conseguente perdita di opportunità di lavoro, anche occasionale.

Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.