OFFIDA – Il Comune di Offida procederà, dalla prossima settimana, alla consegna di una mascherina per ciascun nucleo familiare.

Ciò è stato possibile soprattutto grazie a due aziende del territorio che le hanno offerte al Comune: le ditte Conserviera Adriatica e SIA – Società Italiana Alimenti ed il loro patron Francesco Speca.

“Si ringrazia, inoltre, un’altra azienda del territorio, che non citiamo per suo espresso volere, che ha messo a disposizione 50 mascherine fpp2, già consegnate alla casa di riposo Forlini” affermano dal Comune.

“Il periodo è complesso, causa dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19, ma è proprio in momenti come questo che la buona collaborazione e l’approccio di comunità – che da sempre caratterizza Offida – dimostra il suo massimo valore”. Il Sindaco di Offida, Luigi Massa, esordisce con questa frase per ringraziare delle aziende offidane, che hanno donato al Comune di Offida le mascherine, che permetterà all’Ente di distribuirne una per ogni nucleo famigliare, a partire dalla settimana prossima. Queste sono la S.I.A. Società Italiana Alimenti S.p.A. e la Conserviera Adriatica S.p.A.

Un altro gesto di solidarietà è pervenuto da un’altra azienda insediata sul territorio – la quale ha espresso il volere di rimanere anonima – che ha donato al Comune 50 mascherine fpp2 che l’Ente ha deciso di mettere a disposizione del’IPAB Forlini.

“Questi sono gesti meritevoli di ringraziamento – continua Massa – che sono orgoglioso di fare a nome di tutta la città”.

Il Sindaco di Offida ha voluto valorizzare questo approccio di comunità, che è così radicato nel tessuto offidano, tanto da caratterizzare aziende e imprenditori, i quali hanno deciso di dare il proprio contributo con atti concreti a favore della nostra comunità, come già descritto e sia a beneficio della del Sistema Sanitario quindi con benefici generali.  La S.I.A. Società Italiana Alimenti S.p.A e la Conserviera Adriatica S.p.A hanno donato all’Asur-Area Vasta 5 20 pompe infusionali, parteciperanno al progetto “100 posti letto di terapia intensiva” promosso dalla Regione Marche e, nonostante il momento di difficoltà, hanno dato un premio economico ai dipendenti per il grande senso di responsabilità che stanno dimostrando. 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.