ASCOLI PICENO – Una bruttissima storia giunge dal Bergamasco e, purtroppo, anche il Piceno è coinvolto.

E’ stato arrestato ad Almenno San Salvatore, in provincia di Bergamo, un 50enne. I carabinieri hanno fermato l’uomo che si spacciava per “santone” facendo delle scoperte davvero raccapriccianti.

I militari hanno visionato le immagini delle sue sedute dove avvenivano umiliazioni, maltrattamenti e anche rapporti sessuali. Il tutto ripreso da una telecamera.

La “setta degli orrori”, rinominata così dai carabinieri, trovava riparo e ospitalità in alcune abitazioni del Piceno ma anche del Fermano.

L’indagine si riferisce a fatti avvenuti tra il 2012 e 2014 ed è stata eseguita dai carabinieri bergamaschi e ascolani, coordinati Procuratore Umberto Monti. Il Santone ospitava persone provenienti da tutta Italia e compieva questi rituali scabrosi. Sarebbero rimasti coinvolti anche due bambini dagli abusi.

Il 50enne si trova in carcere nel Bergamasco in attesa della convalida d’arresto.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.