CASTEL DI LAMA – Al via una iniziativa nell’entroterra Piceno per aiutare gli esercizi commerciali del paese.

L’Amministrazione Bochicchio di Castel di Lama emetterà dei “buoni acquisto” denominati “Future Covid-19” (FC19), del valore commerciale compreso tra 25 euro e 200 euro che i cittadini potranno acquistare a un prezzo ridotto.

Con un “future” ci si impegna ad acquistare un prodotto o una servizio di cui si usufruirà nel prossimo futuro pagandolo anticipatamente: garantendosi così un prezzo più basso di quello che pagherebbe nel prossimo futuro.

Il prezzo di acquisto ridotto sarà reso possibile grazie a un contributo comunale (sino al 15% del valore commerciale del buono) e dall’eventuale ulteriore contributo che gli esercizi commerciali aderenti all’iniziativa vorranno riservare ai loro clienti.

Il progetto –  nato dal contributo di idee dell’associazione MarcheLiving ed Art Com 2.0 e rielaborato per renderlo operativo dal Comune – ha l’obiettivo di aiutare la ripartenza delle attività commerciali stoppate dall’emergenza covid-19 e coinvolge tutti i cittadini, le attività di Castel di Lama, Villa Sant’Antonio e anche delle province di Ascoli e Teramo, se all’interno di queste attività c’è almeno un socio residente a Castel di Lama.

Come funziona il FC19

Nella giornata del 17 aprile si è aperta la prima fase, ovvero la raccolta delle adesioni dei commercianti e partite iva, che devono semplicemente compilare un google form (https://forms.gle/FqEJGNNaVvqim46z5 ) indicando gli eventuali sconti che vorranno riservare ai loro clienti. Questa fase si concluderà giovedì 23 aprile alle 14.
La seconda fase consisterà in una serie di Click-Day – ovvero il momento in cui i cittadini potranno prenotare i buoni acquisto scontati – che avranno durata temporale proporzionale all’esaurimento del valore dei buoni emessi volta per volta.

“Lo strumento che abbiamo organizzato – spiega il Sindaco Mauro Bochicchio – è democratico, perché accessibile per tutti i commercianti; meritocratico perché premia la capacità di ogni singolo commerciante di saper attivare la propria clientela a credere nella rinascita del commercio di bottega; conveniente sia per i commercianti che per i clienti”

“Se ad esempio un commerciante aggiungerà un ulteriore sconto del 15%, a quello garantito dal Comune – continua Bochiccio – ci si potrà aggiudicare un buono di acquisto del valore di 100 euro, al costo di 70 euro. L’iniziativa è stata finanziata con 2000 euro provenienti dalle donazioni collegate all’emergenza Covid-19. Per il primo dei Click-Day abbiamo deliberato di emettere buoni acquisto del valore complessivo di 5500 euro garantendo uno sconto del 15% sul valore commerciale di ogni buono ed utilizzando solo 825 dei 2000 euro stanziati. Sulla base dell’andamento del primo click day decideremo quanti FC19 emettere nel futuro e con quale scontistica, con l’intento di ampliare il più possibile la platea dei beneficiari”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.