ASCOLI PICENO – Prima dell’emergenza Coronavirus, il Piceno è riuscito a festeggiare una rassegna che sta molto a cuore a tutto il nostro territorio.

Parliamo del Carnevale, ovviamente. Ad Ascoli, si sa, è una kermesse molto sentita con il consueto concorso che vede protagoniste maschere individuali e gruppi.

Saranno proclamati giovedì prossimo 23 aprile alle ore 18,30, attraverso una diretta Facebook sulla pagina ufficiale del “Carnevale di Ascoli Piceno”, i vincitori (i primi tre classificati di tutte le categorie e il vincitore assoluto) del concorso per gruppi mascherati 2020.

La premiazione “virtuale” vedrà presenti il sindaco Marco Fioravanti, il presidente dell’Associazione “Il Carnevale di Ascoli” Marco Olori e il notaio Nazzareno Cappelli e si svolgerà nel rispetto di tutte le disposizioni del Governo per l’emergenza Coronavirus. Considerando il prolungarsi della pandemia e delle relative restrizioni, si è ritenuto opportuno pensare in questa fase ad una proclamazione “social” dei vincitori del concorso in maschera con l’apertura delle buste contenenti i verdetti che si svolgerà all’interno dello studio del notaio Cappelli.

Nel corso della diretta, dunque, si conosceranno i nomi dei vincitori (ovvero i primi tre classificati) di ciascuna categoria e quello del vincitore assoluto, mentre per tutti i premi speciali si prevede una successiva comunicazione. “Una decisione doverosa – sottolinea il presidente Olori – nei confronti di tutti coloro che hanno partecipato con entusiasmo al concorso e hanno atteso a lungo, a causa dell’emergenza Covid 19, di conoscere l’esito di questa edizione 2020”.

Ecco i gruppi in nomination e, quindi, candidati alla vittoria, divisi per categorie.

Categoria A: A lu mare d’sestate ‘nce puo’ i’, in superstrada nu cantiere ugne dì; Se v’annanze cuscì ce remane li viecchie e scorta li frechì (Play-piane-piane-planet); L’asculà venda lu sacchitte e nasconne la ma’; L’uddeme cenò; Ahuuhaoooo!!! Come uanne mai!!!.

Categoria B:. Obiettivo quota 100; Lu sa’ che è… ann’Ascolie va tutt’beee’!; Che sia d’oro o Ruspante pe l’asculà… lu magna bbe’ è importante; E’ revenut i p’cciu’ ‘npiazza; Li tavelì s’è mascarate.

Categoria C: Flora, Fauna e Serenella: alla ricerca della bella addormentata; Se in autostrada ce sta lu casì… Porto San Giorgio in Ap; Addre che bot!!; Valle Castellana… ce veneme, nen ce veneme mugghi; Chi c’ha sie’ e spenne sette mai da parte li po’ mette; Lu nepote mie.

Categoria D: Salvi? … Nì!; Me so sposata nu fantasma, mariteme nen ce sta mai!!!; E’ revenute passarò quistanne v’ conta do’ pe do’; Aredeteme la fendana; Quest’anne a Carnevale me sa che facce… un buco nell’acqua!; Lu vigile.

Categoria G: La bambola; Mose ‘rrazza; I toreros; Una scarpetta per due; E’ evidente!!!

Categoria OB (Omnia Bona): Fridd ne lu fa la merla se vò abbronza’; Nen ce pozze passa’; Con un Pinocchio e due bestiole così’ manco la fatina ie la po’ fa; I Delfini… nel 60° del film; Almeno se lu remette.

Categoria Baby (da 0 a 10 anni): Le stelle di nonna; Je fatte li cunde senza l’oste; Chi c’ha fabbreca, chi nen c’ha… desegna; The greatest showman; Cicciobbielle.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.