ANCONA – Finora nelle Marche le domande di Cassa integrazione in deroga sono 13.940 per 36.336 lavoratori (erano 28.599 la scorsa settima), 8.349.873 ore e un impegno economico di 67,7 milioni di euro (+13 milioni rispetto alla scorsa settimana). Circa la metà delle domande (oltre 30 milioni di euro) sono state inviate dalla Regione all’Inps che entro il 24 aprile mattina le caricherà con l’autorizzazione sul sistema e le invierà alle aziende.

Dalla fase di autorizzazione si passa a quella della liquidità: una task force ad hoc dall’Inps renderà i pagamenti più veloci possibile dalla prossima settimana. Intanto continuano ad arrivare le domande di Cigd per i soggetti non coperti dalle tutele ordinarie inviate a CoMarche dai datori di lavoro.

“I Servizi competenti della Regione lavorano senza sosta in costante collaborazione con l’Inps – spiega l’assessore al Lavoro Loretta Bravi – per rispondere nel modo più rapido alle urgenti richieste di sostegno economico provenienti da tutti quei soggetti per cui non sono previste le tutele ordinarie”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.