ASCOLI PICENO – Una “mini-cerimonia” quella che si è tenuta stamattina al Sacrario di Colle San Marco per ricordare i partigiani caduti nella guerra di Liberazione. A causa delle misure di restrizione per il coronavirus, erano presenti soltanto il Prefetto Rita Stentella, il sindaco di Ascoli Marco Fioravanti, la vicepresidente regionale Anna Casini, il consigliere provinciale Stefano Novelli e delegati dell’Anpi.

25 Aprile, commemorazione ad Ascoli al Sacrario di Colle San Marco

Ha colpito particolarmente il look del sindaco Fioravanti, che si è presentato con mascherina nera: il colore proprio del fascismo e della Repubblica Sociale Italiana e di un colore ben diverso da quello abitualmente in commercio. Caso o no? Sicuramente occorreva prestare più attenzione semmai sia stata sbadataggine, dopo le parole del leghista Antonini (clicca qui) e la cena fascista di Acquasanta di qualche mese fa alla quale partecipò anche Fioravanti.

Successivamente tutti i presenti, durante la cerimonia, hanno tolto le mascherine su indicazione del Prefetto e hanno soltanto mantenuto la distanza di sicurezza.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.