ASCOLI PICENO – A seguito dell’emergenza Covid 19, le educatrici dell’Asilo Nido “Lo Scarabocchio” impegnate in lavoro smart working in quanto impossibilitate a tornare nel proprio plesso, si sono rese disponibili, organizzandosi tramite “social”, a mantenere “contatti a distanza” con i piccoli delle loro sezioni.

Considerata la giovanissima età dei bambini (dai 3 ai 36 mesi), i contatti social si svolgeranno attraverso videochiamate, previa autorizzazione e presenza dei genitori. Il progetto prevede brevi conversazioni che avranno a oggetto gli eventi vissuti al Nido, fino ad arrivare a registrazioni di filastrocche, canzoncine, favole e mini tutorial da fare insieme ai genitori.

La nuova esperienza “social educativa” per il servizio dell’Asilo Nido è stata possibile grazie al lavoro del sindaco Marco Fioravanti e dell’assessore ai Servizi Sociali con delega alla prima infanzia Massimiliano Brugni.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.