ASCOLI PICENO – Gran lavoro per il 113 della Polizia di Stato in questo periodo di Coronavirus.

Quasi 4.500 richieste di soccorso giunte dallo scorso marzo alla Questura di Ascoli Piceno e al Commissariato di San Benedetto del Tronto.

I poliziotti che rispondono al telefono sono sempre pronti ad aiutare chi è dall’altra parte della cornetta, spesso dicendo poche ma azzeccate parole che fanno breccia nel cuore di chi le ascolta.

“Inviati sul luogo del bisogno gli equipaggi della Squadra Volante che, con la lunga esperienza maturata sul campo, riescono ad approcciarsi bene anche con persone che denotato fragilità psicologiche – affermano dalla Questura di Ascoli – Aiuti fondamentali in questo periodo delicato, soprattutto per gli anziani e coloro che vivono da soli con alcune difficoltà”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.