ASCOLI PICENO – La Croce Rossa sarà impegnata nell’indagine Istat sulla siero prevalenza. Presto saranno chiamate 180 mila persone campione per fotografare lo stato immunitario della popolazione italiana.

La Croce Rossa sarà impegnata in questa nuova sfida e proprio grazie a questo nuovo progetto la Cri di Ascoli si è resa disponibile attraverso i propri volontari con qualifiche specifiche (infermieri professionali)   a “scattare una fotografia dello stato di salute degli italiani esclusivamente rispetto al Covid-19.

Grazie anche  ad un volontario esperto, operatore di call center,  telefonicamente saranno contattate le persone scelte in base a dei criteri dettati dal Comitato Scientifico e dall’istituto Superiore della Sanità.

L’operatore inviterà a compilare un  questionario e dare appuntamento per il prelievo, registrando tutto nella piattaforma informatica.

I test, verranno eseguiti su un ventaglio  di persone scelte a campione dall’Istat, saranno gratuiti e i risultati verranno comunicati alla persona. I campioni raccolti grazie alle volontarie ed infermiere professionali, saranno consegnati, a cura della Croce Rossa Italiana, alla banca biologica dell’Istituto Nazionale Malattie Infettive “L. Spallanzani”. Il progetto  è stato concepito dall’Istat e dall’Iss insieme alla commissione Scientifica del Governo. La Croce Rossa di Ascoli si è messa a diposizione al fine di garantire che questa indagine Istat siero prevalenza possa avvenire nel migliore dei modi ed essere utile in questa fase molto delicata.

I numeri

A livello nazionale

Focal Point:  22 (uno per regione/provincie autonome)
Campione ISTAT:  189.00
Operatori di call center:  500

A livello regionale

Focal Point:  1
Campione ISTAT:  6.837
Operatori di call center:  19
A livello provinciale Piceno :
Campione ISTAT:  934
Operatori di call center:  4
Comuni interessati :  10

A livello locale, Ascoli Piceno

Campione ISTAT:  415
Operatori di call center:  1
Comuni interessati : Ascoli, Castel di Lama, Colli del Tronto, Spinetoli, Acquasanta Terme


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.