ASCOLI PICENO – Continua l’azione dei carabinieri sul territorio Piceno.

Nella mattinata del 21 maggio, infatti, i militari della Compagnia hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Ascoli su richiesta della locale Procura che ha diretto e valutato positivamente le accurate attività investigative dell’Arma a carico di un trentenne del posto, già noto alle forze dell’ordine, per rapina aggravata e tentato prelievo con carta bancomat.

L’uomo, in concorso con una donna ascolana indagata per gli stessi reati, nel settembre 2019 in pieno centro cittadino, strappavano la borsa ad una signora di 49 anni di Ascoli, tentando poi vanamente di prelevare del denaro ad uno sportello bancomat con la tessera contenuta nella borsa.

I carabinieri, raccolta la denuncia della donna, hanno prima cercato ed individuato le immagini nei circuiti di videosorveglianza vicini al luogo dello scippo e della banca e poi raccolto le varie testimonianze, riuscendo ad individuare gli autori dell’efferato episodio delittuoso.

Il trentenne è stato quindi rintracciato, arrestato e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria mandante.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.