ASCOLI PICENO – Questione di poche ore e il “patto” sarà suggellato.

Parliamo dell’accordo tra le Regioni Marche e Abruzzo per lo spostamento tra i territori di confine.

Nella serata del 20 maggio il Governatore Luca Ceriscioli ha firmato il Decreto che permetterà gli spostamenti, testo in vigore già dalle 00 di oggi 21 maggio, e in mattinata è stato raggiunto un accordo con il Presidente dell’Emilia-Romagna.

A breve giungerà l’accordo anche con il ‘collega’ abruzzese Marco Marsilio.

A darne conferma è il sindaco di Ascoli, Marco Fioravanti: “Ho sentito in questi minuti il presidente Marsilio, chiedendo di firmare il decreto che consenta gli spostamenti anche nelle aree confinanti del territorio abruzzese. Da parte sua c’è stata massima disponibilità, per questo voglio pubblicamente ringraziarlo. Non appena il presidente Marsilio firmerà il decreto, sarà possibile muoversi al di fuori della regione Marche ma sempre nei limiti della provincia confinante. Questo vuol dire, per i tanti cittadini ascolani che ce lo stanno chiedendo, che ci si potrà spostare nei Comuni della provincia di Teramo: da Valle Castellana a Sant’Egidio alla Vibrata, da Ancarano a Civitella del Tronto, da Alba Adriatica a Giulianova e così via.

Una richiesta auspicata e ottenuta, oltre che dalla Regione Marche, anche dal sindaco ascolano e il collega di Maltignano Armando Falcioni insieme a tutti gli altri 22 colleghi sindaci che hanno sostenuto la battaglia per gli spostamenti nelle zone di confine con una lettera inviata anche ai Parlamentari.

Qualora anche i presidenti della regione Umbria e Lazio dovessero firmare il decreto, per i cittadini del Piceno sarebbe consentito lo spostamento anche nei Comuni delle province di Perugia e Rieti.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.