ANCONA – Altro gesto di solidarietà per la lotta al Coronavirus. 10 mila Kit reattivi per tamponi Covid-19 e apparecchiature diagnostiche donati all’Asur Marche per favorire la mappatura del personale sanitario ospedaliero.

La donazione è stata effettuata dalla società Kos Care srl nella prospettiva di una ripresa in massima sicurezza della attività ospedaliera nel territorio regionale.

“Una donazione a vantaggio della comunità – afferma il direttore generale Asur Nadia Storti – che testimonia come sul nostro territorio stiano operando in sinergia tutte le realtà, per mantenere efficienti ed efficaci gli interventi sanitari di contenimento del contagio, soprattutto nella fase2, che è un momento di passaggio molto delicato, in cui è necessario mettere in campo tutti gli strumenti di tutela, per i cittadini e per gli operatori che lavorano in prima linea nei contesti più sensibili”.

“Nel momento in cui gradualmente tutte le strutture sanitarie stanno riprendendo le loro attività ordinarie – spiega Enrico Brizioli, Amministratore Delegato Gruppo Kos Care – è necessario tenere molto alto il livello di guardia ed individuare in particolare gli asintomatici per evitare che si creino nuovi focolai. Grazie alla collaborazione con una importante azienda marchigiana che produce diagnostici, che è in grado di produrre una ampia numero di reattivi per tamponi, siamo riusciti a dotarci di un importante quantitativo di reattivi. In questo modo abbiamo potuto mette-re a regime un nostro autonomo programma di mappatura continua con test anticorpali e tamponi di tutti i nostri pazienti e di tutto il nostro personale. Abbiamo quindi ritenuto giusto donare ad Asur 10 mila reattivi per tamponi, al fine di supportare il sistema, per favorire una più rapida mappatura di tutto il personale sanitario degli ospedali”.

I Kit reattivi per analisi molecolare Covid-19 su tamponi oro-faringei sono comprensivi della relativa apparecchiatura diagnostica fornita in comodato d’uso gratuito necessaria per la processazione dei kit.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.