ARQUATA DEL TRONTO – Sarà l’archistar Stefano Boeri a disegnare il nuovo volto di Arquata del Tronto, il paese dell’Ascolano completamente distrutto e diventato uno dei simboli del terremoto del Centro Italia del 2016.

A quanto riportato da una nota dell’Ansa, Mate, società cooperativa di architetti capitanata dallo stesso Boeri, si è aggiudicata la gara europea telematica indetta dalla stazione appaltante Regione Marche per l’affidamento dei servizi tecnici per la redazione dei piani urbanistici attuativi delle zone perimetrate del Comune di Arquata e frazioni.

L’ importo netto contrattuale ammonta a 340.412 euro. Tempo complessivo di esecuzione del servizio 156 giorni. Boeri ha firmato altre opere della ricostruzione come il PalaBoeri, la struttura polivalente di Norcia, al centro di un’inchiesta della magistratura, da cui l’architetto è uscito assolto. Ma è la seconda volta che affronta la sfida di ricostruire un paese che non c’è più: pochi mesi fa, con il gruppo Mate, si era aggiudicato la redazione del piano attuativo per la ricostruzione di Castelsantangelo sul Nera


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.