ANCONA – Disturbi d’ansia, depressione, somatizzazioni, stati dissociativi. Sono i principali sintomi ed emergenze riscontrate nella popolazione dagli psicologi marchigiani nei quasi tre mesi di emergenza coronavirus.

L’Ordine psicologi Marche chiede che “Governo e Regione stanzino risorse per il sostegno psicologico alla persona”.

“Purtroppo lo scenario futuro non promette miglioramenti – spiega Katia Marilungo, presidente dell’Ordine Psicologi Marche – anche a causa della crisi economica, dall’avanzare del disagio sociale e dal non completo ritorno alla normalità, il quadro non fa che peggiorare. Se non verranno tempestivamente attuati interventi e misure preventive incisive in termini di benessere psicologico potrebbe essere davvero troppo tardi”.

200 psicologi marchigiani hanno aderito al progetto di Gores e Protezione Civile Regione Marche, offrendo gratuitamente la loro professionalità e il loro tempo per aiutare i cittadini in difficoltà e rispondendo alle richieste di sostegno psicologico al Numero Verde dedicato.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.