ASCOLI PICENO – Si avvicina la data di scadenza del pagamento della rata Imu. La Segreteria Stu Uilp, nella persona di Francesco Fabiani, chiede di prorogare tale termine tenendo conto dell’emergenza Coronavirus.

Di seguito la richiesta inviata al presidente della provincia picena Sergio Fabiani.

“La scrivente Segreteria della Uil Pensionati di Ascoli Piceno, preso atto che, la scadenza del versamento dell’acconto Imu 2020, è il 16 giugno prossimo, considerata la situazione di straordinaria gravità anche economica causa la pandemia da Covid 19 e le derivanti difficoltà che potrebbero incontrare molti contribuenti a rispettare la tempistica in narrativa,

Chiede

a questo Presidente di verificare se presso i Comuni del nostro territorio esiste la possibilità di posticipare il termine stabilito o, in alternativa, di non applicare sanzioni e interessi in caso di ritardata presentazione della dichiarazione.

Si ricorda che la legge di bilancio 2020, al comma 777, prevede: “Ferme restando le facoltà di regolamentazione del tributo di cui all’articolo 52 del Decreto legislativo 446/1997, i comuni possono con proprio regolamento stabilire differimenti di termini per i versamenti, per situazioni particolari”.

La stessa legge prevede, inoltre, al comma 775: “Resta salva la facoltà del comune di deliberare con il regolamento circostanze attenuanti o esimenti nel rispetto dei principi stabiliti dalla normativa statale.”

A nostro parere la decisione finale sul tema in argomento è dunque prerogativa dei singoli comuni, che potranno scegliere se mantenere la scadenza del 16 giugno a prescindere, oppure adottare una soluzione che tenga conto della fase emergenziale che, purtroppo, ha duramente colpito anche il nostro territorio, posticipando il termine sopra citato almeno al 31 luglio.

In attesa di un cortese cenno di merito, ringraziando la gentile attenzione, salutiamo cordialmente”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.