OFFIDA – Rendiconto della Gestione 2019 (in anticipo di 15 giorni rispetto alla scadenza) e Delibere relative ai tributi. Questi saranno gli argomenti che l’Amministrazione Massa porterà in Consiglio comunale, il prossimo 15 giugno.
La Giunta Comunale ha messo nero su bianco le prime misure volte a mitigare le criticità derivanti dal periodo di emergenza, con la finalità di sostenere l’attività di quelle imprese commerciali che hanno dovuto subire lo stop dell’attività.

Definita in primis per l’Imu l’esenzione da oneri e interessi per quanti versassero la quota della prima rata (16 giugno) entro la scadenza della seconda, prevista al 16 dicembre.

È stato quindi definito l’azzeramento della Tari, per i periodi di effettiva chiusura delle attività, una determinazione, condivisa nelle settimane scorse con gli esercenti, a cui si danno le gambe finanziarie.
Posticipate per tutti anche le scadenze dei versamenti della Tari portandole al 31 agosto, 31 ottobre e 16 dicembre.

Confermate integralmente tutte le misure agevolative Tari, già attuate nei precedenti esercizi:
– zerox10 (esenzione Tari per 10 anni ai nuovi residenti);
– esenzioni del tributo a favore di imprese industriali, artigiane, commerciali, turistiche e imprese agricole di trasformazione, che si insediano nel Comune di Offida;
– agevolazioni modulari per le imprese che effettuano assunzioni;
– agevolazioni fino all’esenzione per anziani in case di riposo.

Inoltre, vengono introdotte per la prima volta nuove misure agevolative e strutturali (sempre riguardanti la Tari) sia di sostegno ai nuclei familiari numerosi, sia incentivanti comportamenti virtuosi nell’ottica della sostenibilità ambientale, che è uno dei punti cardine dell’azione amministrativa.
Queste sono:
– Riduzioni per nuclei familiari con figli fino a 26 anni, commisurata al reddito Isee. Il 15% per famiglie con un figlio e Isee inferiore a 15 mila euro; il 25% per famiglie con due figli e Isee inferiore a 18 mila euro; il 35% per famiglie con tre o più figli e Isee inferiore a 20 mila euro;
– Riduzioni del 15% per giovani coppie conviventi, da almeno sei mesi;
– Riduzioni per azioni di tutela ambientale;
– Riduzioni per compostaggio. Sarà applicata una riduzione sulla parte variabile della Tari pari al 30% a favore delle utenze che dichiarano di provvedere al compostaggio domestico;
– Riduzioni per utenze non domestiche che utilizzano acqua in bottiglie di vetro a rendere. Viene concessa una riduzione del 15% della parte fissa e variabile della Tari.
– Riduzioni per utenze non domestiche che si dotino di un impianto di depurazione dell’acqua potabile a uso ristorazione e somministrazione. Viene concessa una riduzione del 20% della parte fissa e variabile della tariffa.
– Riduzioni per uso di pannolini lavabili. Viene concessa una riduzione del 20% della parte fissa e variabile della tariffa per i nuclei familiari con bambini di età inferiore a 3 anni, che adottano l’uso dei pannolini lavabili.

Previste riduzioni tariffarie anche per:
– le utenze non domestiche che producono o distribuiscono beni alimentari e che, a titolo gratuito cedono, direttamente o indirettamente, tali beni agli indigenti e alle persone in maggiori condizioni di bisogno ovvero per l’alimentazione animale.
– le farmacie che partecipino a progetti di recupero dei farmaci da destinarsi ad associazioni assistenziali o di volontariato.

“Queste – commenta il Sindaco Luigi Massa – sono misure che configurano sia un’azione attiva di sostegno post Covid-19, sia un’attenzione alle situazioni di maggior bisogno e comportamenti virtuosi. Primi importanti step che verranno implementati in futuro, anche con altre determinazioni di sostegno alle attività e all’appeal turistico della nostra Città, perché Offida sia attenta ai bisogni e guardi al futuro e alla sostenibilità”.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.