ASCOLI PICENO – Si è tenuto nella mattinata del 9 giugno, presso lo stadio “Cino e Lillo del Duca” di Ascoli Piceno, il “Kick Off” relativo alla prevista ripresa delle attività di gioco per la conclusione del campionato  di calcio di serie B 2019/2020, stoppato per l’emergenza epidemiologica Covid-19.

L’incontro, secondo le direttive dell’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive, è stato convocato per determinare le misure organizzative da intraprendere in vista della ripartenza degli incontri di calcio che erano stati fermati lo scorso marzo in piena crisi sanitaria.

La riunione è stata presieduta dal Vicario del Questore e hanno partecipato il Presidente e il Vice Presidente dell’Ascoli Calcio, oltre ai rappresentanti della Questura, dell’Arma dei Carabinieri, dei Vigili del Fuoco, della Polizia Municipale, il delegato alla sicurezza e lo S.L.O. dell’Ascoli Calcio nonché il medico responsabile della sicurezza della società sportiva e della Questura .

Il focus della riunione è stata la disamina dei modelli organizzativi da adottare in ragione dello scenario sanitario dettato dall’epidemia: infatti, benchè gli incontri verranno disputati a porte chiuse, l’attuale situazione impone dei protocolli rigidi a tutela della salute degli sportivi.

In particolare, veniva concordata una nuova divisione degli spazi e una oculata gestione del personale operante, al fine di garantire il più ampio rispetto delle distanze interpersonali e prevenire ogni possibile recrudescenza dell’epidemia.

Al termine di una proficua e articolata disamina, gli intervenuti, nel condividere ampiamente le nuove linee strategiche proposte, nel consueto spirito di disponibilità, convenivano sulla necessità di una puntuale esecuzione delle direttive dipartimentali e della Lega Calcio.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.