FERMO – “In merito agli eventi atmosferici calamitosi dei giorni 18 e 20 maggio scorsi che hanno particolarmente colpito alcuni Comuni del maceratese e del fermano, la Regione chiederà di riconoscere lo stato di emergenza per i comuni più colpiti in considerazione dei gravi danni causati alle infrastrutture viarie minori, alla coltura e alle strutture per il ricovero del bestiame. Gli uffici della Protezione civile regionale, subito dopo l’evento calamitoso, si sono subito attivati per arrivare ad una quantificazione dei danni subiti a seguito della violenta grandinata che in alcuni casi ha raggiunto anche 50 centimetri di spessore”.

Lo annuncia l’assessore alla Protezione civile, della Regione Marche, Angelo Sciapichetti, in una nota il 9 giugno.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.