OFFIDA – Primi provvedimenti, e conseguenze, dopo il fermo compiuto nella mattinata del 15 giugno dai carabinieri del Comando Provinciale nei confronti dell’operatore sanitario residente lungo la costa picena e accusato di omicidio e tentato omicidio.

Parliamo, ovviamente, del 57enne arrestato poiché accusato di otto decessi e quattro tentati omicidi ai danni dei pazienti della Rsa di Offida tra il 2017 e il 2019.

I nostri articoli precedenti

Decessi alla Rsa di Offida, arrestato infermiere: “È accusato per 8 morti sospette e 4 tentati omicidi”

Decessi Rsa Offida, Procura: “Abuso di farmaci, così agiva l’infermiere. Inchiesta avviata grazie ai sospetti di un’operatrice”

Decessi Rsa Offida, infermiere arrestato. Massa: “Basiti e sconcertati, confidiamo nella giustizia”

Decessi Rsa Offida, il legale dell’infermiere arrestato: “Non emerge alcun movente”

Per l’indagato arriva la sospensione dall‘Ordine delle Professioni Infermieristiche di Ascoli. Inoltre è stato avviato un procedimento disciplinare.

Nella nota ufficiale dell’Ordine, firmata dalla presidente Laure Morganti, si legge: “Attraverso il nostro legale seguiremo ogni risvolto del caso. Simili atti, se provati, lasciano sconcertati gli infermieri che esprimono riprovazione per reati simili e sono pronti a costituirsi parte civile per la difesa della professione”.

Di seguito la lettera

 

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.