ANCONA – È stata firmata la convenzione tra la Regione Marche e Anas (Struttura territoriale Marche) per ammodernare un tratto fermano della Strada Statale 433 “Val d’’Aso”, tra Montefalcone Appennino e Santa Vittoria in Matenano.

L’intervento, a carico dell’Anas, è stato finanziato con 5 milioni di euro provenienti dagli SMS solidali e raccolti con le donazioni del sisma dell’Italia centrale. Verrà adeguata la viabilità tra la frazione San Biagio Vignola (Montefalcone Appennino) e Ponte Maglio di Santa Vittoria in Matenano. In particolare, in prossimità del km 35+800, sarà migliorata l’intersezione con la strada Comunale “S. Biagio – Vignola”.

“Un altro passo in avanti per concretizzare gli investimenti programmati destinati al rilancio delle zone terremotate – commenta la vicepresidente Anna Casini, assessore regionale alle Infrastrutture – Rafforziamo le infrastrutture a sostegno delle comunità dell’entroterra che necessitano di collegamenti adeguati ad accompagnare il proprio sviluppo”.

L’intervento verrà realizzato tramite due lotti: il primo con i 5 milioni messi a disposizione dalle erogazioni solidali al 45500, il secondo nell’ambito dei piani programmatici Anas. La statale è tornata di proprietà dell’Anas, dopo il trasferimento alla Regione da parte delle Province di Ascoli Piceno e Fermo. Si estende per oltre 42 chilometri, dall’innesto della Statale 16 a Pedaso (FM), all’innesto della 78 a Comunanza (AP).

La Regione Marche, con la convenzione, ha chiesto di destinare parte dei fondi raccolti all’adeguamento del tratto fermano, migliorando il tracciato e la piattaforma stradale, prevedendo anche opere di contenimento e di raccolta delle acque meteoriche.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.