ASCOLI PICENO – Seconda sconfitta consecutiva per il neo tecnico bianconero Abascal che ora dovrà cercare di rimettere in piedi una situazione veramente difficile. Il Perugia passa al “Del Duca” per una rete a zero con il gol di Nicolussi Caviglia al 71esimo che decide il match.

Partita dominata dagli ospiti guidati da mister Cosmi che gestiscono il pallino del gioco e si trovano in più occasioni a tu per tu con Leali sempre pronto a salavare la porta bianconera. Ascoli in palla, lento e macchinoso non riesce a creare nessuna occasione nel primo tempo se non con una conclusione di Ninkovic. Ora si fa dura per il Picchio che con 32 punti è 17esima a un passo dalla retrocessione diretta.

Interviste e dichiarazioni post gara.

Il tecnico del Perugia, Cosmi: “Era auspicabile ripartire con una vittoria oggi non era una partita semplice, la vittoria ci metteva in condizione di allontanarci dalla zona calda. La squadra ha capito quali sono le proprie qualità. Ho preferito Bonaiuto-Falcinelli in avanti perchè si sono allenati bene, Bonaiuto è tornato dopo un mese di stop e in questi allenamenti ha fatto benissimo, abbiamo l’imbarazzo della scelta. Non pensiamo ai play-off, siamo a tre punti ma ora aspetto la partita col Crotone per capire se abbiamo capito questa vittoria.”

Il tecnico bianconero, Abascal: “Hanno lavorato tanto dalla sconfitta di Cremona fino a questa partita, noi abbiamo concesso poco concedendo poco a un avversario che ha grande qualità in avanti, dobbiamo ancora lavorare di più e migliorare. Abbiamo superato diverse volte l’avversario nel primo tempo sapendo che avevano una difesa lenta all’inizio abbiamo avuto la possibilità di fare gol, ogni partita è diversa ma con 20 giorni di lavoro modificare gli schemi in partita non è facile. Perugia offensivo? Non conta se in casa o fuori ma mi aspettavo comunque una squadra che fa pressing alto. Penso che la loro aggresività dipende da quanto gli dai tu la possibilità del duello. Il pressing avversario? Noi non abbiamo spazzato ma lanciato per cercare lo scarico in avanti, erano alti e avevamo la possibilità di lanciare la nostra squadra ha qualità. Scamacca? SI è allenato poco ma ha fatto una grandissima prestazione gli è mancata solo la conclusione ma ha fatto salire la squadra tenendo tantissimi palloni. Brosco? Ha avuto problemi fisici e doveva  riposarsi, non potevamo rischiare.”

Zero punti in due partite in casa e ora iniziano le trasferte, come affrontare lo scontro diretto col Venezia? dobbiamo lavorare e essere ancora più umili guardandoci in faccia sapendo che possiamo vincere le partite oggi abbiamo perso per un dettaglio, c’è tantissimo impegno tutti i giorni con tanta intensità.”


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.