ASCOLI PICENO – Infortunio sul lavoro o no? Il caso di Italo Pennoni, operatore ecologico di Ascoli Servizi Comunali, viene portato all’attenzione pubblica attraverso una nota stampa del sindacato Ugl, il quale comunica che in data 22 giugno 2020 l’avvocato Fabio Luziper conto del lavoratore ha presentato in Tribunale ad Ascoli Piceno sezione lavoro/previdenza ricorso contro l’Inail perchè a Pennoni Italo venga riconosciuto l’infortunio sul lavoro. Un ricorso da manuale giuridico” secondo l’Ugl.

Ma cosa accadde quel 1° gennaio 2019 nei pressi di Piazza del Popolo? “Appena l’alba, in servizio vide una scena di aggressione da parte di un uomo su una ragazza, una aggressione brutale, fisica, drammatica. Pennoni non ebbe un attimo di tentennamento: intervenne, liberò la ragazza dalla presa dell’energumeno che sfogò la sua rabbia contro l’operatore ecologico, spintonandolo a terra, lussandogli un dito della mano con escoriazioni alla mano ed ematoma al ginocchio. Il lavoratore, lasciato il lavoro, andò al pronto soccorso per le medicazioni ed aprì il procedimento per infortunio sul lavoro”.

“La doccia fredda – è sempre l’Ugl che scrive – arrivò quando l’Inail gli ha comunicato formalmente che non gli riconosceva l’infortunio sul lavoro, perché, dice l’Inail il guaio se lo è andato a cercare intervenendo sulla donna aggredita”.

“Confidiamo che il Giudice del Lavoro riconosca la scelta civica dimostrata in servizio dal lavoratore garantendogli il diritto all’infortunio sul lavoro” termina l’Ugl.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.