CORINALDO – Dopo una requisitoria di sei ore dei pm Valentina Bavai e Paolo Gubinelli, la Procura di Ancona ha chiesto condanne da 16 a 18 anni nel processo con rito abbreviato per la cosiddetta ‘banda dello spray’, un gruppo di sei ragazzi della Bassa Modenese, per la strage della discoteca Lanterna Azzurra, dove nella notte tra il 7 e l’8 dicembre 2018 morirono cinque adolescenti e una mamma, schiacciati dalla calca all’uscita del locale.

I sei sono accusati di avere spruzzato una sostanza urticante per rubare monili e catenine, approfittando della confusione, un modus operandi che avrebbero già usato in varie parti d’Italia. Oggi erano tutti presenti in aula e hanno ascoltato impassibili le richieste dell’accusa, che tengono già conto della riduzione di un terzo della pena legata all’abbreviato.

Prossima udienze fissate il 6 e il 16 luglio.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.