ASCOLI PICENO – Un improvviso malore al termine della sua prova sulla pista del Magione in Umbria è stato fatale per il noto legale ascolano Pasqualino Amodeo il 28 giugno.

L’avvocato, grande appassionato di motori, si è sentito male una volta sceso dalla sua Alfa 33, affannato e in richiesta di soccorsi  è stato subito soccorso dalle unità mediche presenti in autodromo. E’ stato trasportato in ospedale, dove però è deceduto pochi minuti dopo, malgrado i disperati tentativi del personale sanitario di salvargli la vita.

Il pilota era tornato in pista proprio per la prima gara della stagione agonistica del Motorsport dopo lo stop per il Covid-19.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.