ANCONA – “Il periodo di Lockdown per l’emergenza Coronavirus nelle Marche ha bloccato attività che occupano il 43% degli occupati, misura superiore alla media nazionale, in particolare nei comparti calzature, moda e meccanica”.

Il dato emerge dal rapporto sull’economia nelle Marche curato dalla Banca d’Italia e illustrato ad Ancona, per la parte regionale, dal direttore di sede Gabriele Magrini Alunno e da Giacinto Micucci (Ufficio studi). Il forte impatto dell’emergenza Covid sulle Marche è testimoniato dalla mappa dei 600 Sistemi locali di lavoro in Italia con più alta incidenza di attività sospese.


Copyright © 2021 Riviera Oggi, riproduzione riservata.