ASCOLI PICENO – Dopo l’importante vittoria con l’Empoli per uno a zero al “Del Duca” il 13 luglio, grazie al gol di Eramo nel primo tempo ecco le parole di mister Davide Dionigi: “L’Empoli è una delle squadre più forti del campionato ma siamo riuscita a imbrigliarla per 90 minuti e con due sistemi di gioco diversi. Chi è subentrato ha fatto benissimo, consapevolezza della nostra unione che ci porta oltre le nostre forze.”

La partita e il gol di Eramo.

“Oggi ho scelto Eramo a centrocampo e sono contento anche che il ragazzo ha trovato il gol, sono felice per lui ma anche per Gravillon che è tornato e Scamacca dopo l’infortunio, tanti segnali buoni anche Valentini. Partita che doveva essere fatta con attenzione e l’abbiamo fatto. La nostra difesa tra le migliori della B? Penso di avere dei difensori importanti, tutto il reparto, da chi gioca  a chi ancora non ha avuto possibilità come De Alcantara.”

Un pensiero su Ranieri.

“Ranieri? Sta bene ha speso tanto il cambio fatto perchè era stanco ha corso anche in avanti. Loro sono andati in difficoltà perchè abbiamo provato tante situazioni e in difesa siamo stati bravi a fermare la superiorità numerica sulle fasce. Trotta in panchina?  Da quando sono arrivato io ha fatto 3 gol nelle ultime due partite ma con la Salernitana era stremato e sapevo che dall’inizio non sarebbe stato fresco. Il bene comune è l’Ascoli, la squadra e il gruppo loro lo sanno.”

Salvezza più vicina dopo la vittoria di oggi?

“La salvezza vicina? Ho il grosso rammarico della partita di Venezia per il resto non guardo la classifica ora dobbiamo rimanere umili e e pensare alla prossima gara col Cittadella, dobbiamo pensare di partita in partita e concentrarci. Penso che non sia una rivincita per nessuno semplicemente ci sono situazioni in cui sei fortunato se trovi una società con ragazzi così e una società così la mia è  felicità perché posso lavorare come voglio. I ragazzi sanno benissimo che fra due giorni dobbiamo preparare la partita della vita e sanno come si devono preparare domani per l’allenamento devono continuare a fare sacrifici. Non so dove arriveremo ma dobbiamo pensare al nostro bene comune: il gruppo.”


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.