ASCOLI PICENO – I bianconeri di mister Davide Dionigi possono tornare a dormire sogni tranquilli, almeno fino alla prossima sfida contro il Cittadella ma senza abbassare la guardia.

La vittoria di misura con l’Empoli, grazie al bellissimo gol di Eramo nella prima frazione ha regalato alla squadra 3 punti d’oro per risalire la classifica che ora vede il Picchio al 13esimo posto a quota 42, sopra a Pescara e Venezia e soprattutto esce dalla zona playout lontana solo 1 punto dove entra il Perugia e rimane la Juve Stabia, Livorno ormai retrocesso e Trapani e Cosenza ancora con qualche speranza di raggiungere la zona play out.

Classifica

Dionigi decide di schierare Eramo dal primo minuto, mossa azzeccata perchè è proprio il centrocampista ex Entella a regalare i 3 punti con un bel tiro dal limite dell’area. Sceglie di schierare anche  Valentini e Gravillonin difesa e viene ripagato alla grande anche grazie all’ottima prestazione di Ranieri uno dei migliori nel reparto.

A centrocampo si vede un Cavion in gran spolvero correre su ogni pallone e regalare passaggi allettanti per il reparto avanzato,  Scamacca fa reparto da solo, lotta su ogni palla supportato anche da un Ninkovic che delizia con giocate di alta qualità da il suo apporto fino a quando stremato chiede la sostituzione, Sernicola è perfetto in marcatura  così come Brlek su Frattesi a cui non lascia un pallone, un Padoin rinato non molla un centimetro e incita i suoi anche dopo il cambio rimanendo in panchina ma anche i subentrati Petrucci e Trotta entrati subito in partita fanno vedere giocate di alta scuola. La gioia più grande si vede al fischio finale con tutti i giocatori che corrono ad abbracciarsi in campo e patron Pulcinelli che scende correndo dalla tribuna a centrocampo per abbracciare i ragazzi, il mister e tutto lo staff.

 

FOTOGALLERY

LE PAGELLE DEI BIANCONERI

Leali. PSe la porta bianconera rimane immacolata è merito suo, è pronto sull’insidiosa punizione deviata di Bajrami, impeccabile sui tiri ravvicinati di Baldinelli e Balkovec e nella ripresa  salva il risultato in uscita su Mancuso nell’area piccola. voto 7

Gravillon. Il granitico difensore rientra titolare dopo la squalifica di 3 turni, e subito  si fa vedere per degli interventi impeccabili in anticipo di testa e in scivolata, a pochi minuti dal termina salva il risultato con una chiusura perfetta in area piccola su Moreo. voto 7

Valentini. Impeccabile, puntuale e preciso torna titolare a sorpresa e si fa vedere anche in fase di impostazione con alcuni bei lanci per gli esterni, una garanzia. voto 7

Ranieri. Semplicemente perfetta la sua gara, in difesa è una certezza e con delle sgaloppate in avanti si rende protagonista di alcni pericolosi contropiedi, sfiorando il gol di testa su assist di Ninkovic voto 7,5 (dal 78° Ferigra ng)

Padoin. Capitano e gladiatore in campo lotta su ogni palla e si propone sempre sulla fascia, stremto esce per dare spazio al rientrate Pucino. voto 6,5  (dal 65° Pucino. Compiti di copertura per li che torna dopo l’infortunio ma si propone in avanti in qualche occasione, preciso voto 6)

Sernicola. Giocatore che fa ben sperare con una serie di prestazioni in crescendo ottimo in fase difensiva ma anche in avanti regalando l’assist per il gol di Eramo. voto 7

Cavion. Senza limiti, velocità a servizio della tecnica e sopratutto una la voglia di non mollare fino al fischio finale, le sue accellerazioni mettono panico nella retroguardia toscana, tanta corsa ma anche ottimo in fase di copertura. voto 8

Brlek. Torna dopo la squalifica e conferma di essere molto utile alla squadra. Si sacrifica in copertura ma quando bisogna impostare dimostra di saper far girare palla e di avere nei piedi la capacità di verticalizzare. voto 6,5

Eramo. Difesa e attacco, corsa e lotta si rivede il giocatore che tutti si aspettavano e così ripaga la scelta del mister con un gol eccezionale dal limite al volo voto 7,5  (dal 64° Petrucci. La miglior partita della stagione per il centrocampista che sembra rinato, recupera palloni , lotta ed è anche il regista della squadra, impressionante come riesce ad entrare subito in partita. voto 7)

Ninkovic. Tanta qualità dai piedi del serbo che riesce ad assistere i compagni con giocate sopraffine, da il via all’azione del gol verticalizzando su Sernicola,  ottimi i suoi lanci per gli esterni e a cercare Scamacca, ma anche il suo cross per la testa di Ranieri che però non riesce a mettere in rete esce stremato. voto 7 (dal 78° Morosini ng)

Scamacca. Viene schierato titolare al rientro dopo l’infortunio e gioca con un’evidente fasciatura alal gamba destra. non molla un centimetro, fa reparto da solo e conquista spazi e palloni, non è incisivo in due occasioni quando poteva andare in rete , stanco viene sostituito nella ripresa . voto 6,5  (dal 64° Trotta. incredibile il suo impatto appena entrato crea due occasioni da gol e sfiora il raddoppio, tanto impegno voglia e grinta sicuramente un valore aggiunto alle sue indiscutibili qualità tecniche. voto 6,5)

Dionigi (allenatore). Dopo tre vittorie consecutive il condottiero e leader della squadra rimane sempre il mister che ha cambiato testa e mentalità dei giocatori facendo venire fuori tutte le loro qualità , azzecca la formazione e tutti i cambi e la squadra riesce anche a far vedere un bel gioco nella ripresa senza temere gli avversari,  incita i suoi fino alla fine abbracciandoli tutti al termine. Voto 8,5

Il video della festa in campo a fine gara

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.