ASCOLI PICENO – Intervista in esclusiva, di Piceno Oggi il 20 luglio,  al Direttore Sportivo dell’Ascoli Calcio, Giuseppe Bifulco.

I bianconeri reduci dal successo contro il Cittadella è ora atteso al rush finale con la testa pronta per la sfida con il Pordenone e poi Pisa e Benevento per concludere quella che potrebbe essere una vera e propria impresa salvezza. Attualmente l’Ascoli è in dodicesima posizione in classifica con 45 punti, a +3 dalla zona Playout.

Dal suo arrivo ad Ascoli sta vivendo un periodo positivo e soddisfacente, cosa pensa che si possa migliorare ancora?: “Dobbiamo migliorare la classifica. non abbiamo fatto ancora niente di speciale purtroppo anche perché dobbiamo fare subito 4 punti per stare tranquilli. Con il lavoro che stiamo facendo i risultati e pensiamo di conquistarli, lavorando con fiducia e con molta intensità e sopratutto mai abbassando la guardia che deve essere altissima perché non ci regala niente nessuno. Tutti fanno risultato e dobbiamo farlo anche noi”.

Patron Pulcinelli ha voluto portarla qui, che rapporto ha instaurato con squadra, società e staff?: “Stiamo bene c’è grande spirito di gruppo è una caratteristica che emerge da questa squadra ma che abbraccia tutti dallo staff medico a tutti coloro che fanno parte della società sia quella visibile che invisibile e credo che possiamo ottenere quello che ci siamo prefissati:”

E’ Soddisfatto della sua scelta di portare in bianconero mister Dionigi? Il tecnico ha saputo valorizzare alcuni calciatori lasciati in ombra nelle precedenti gestioni come Pinto e Ferigra e ridando nuovo smalto ad alcuni giocatori come Petrucci, come sta valutando questo fattore in ottica futura?: “Secondo me questo gruppo era valido e non rispecchiava i valori che la classifica esprimeva. Io conosco le qualità di mister Dionigi sa cacciare fuori dai giocatori ciò che serve alla causa indipendentemente da chi entra e chi gioca titolare e c’è una situazione collettiva di grande livello e con il carattere riesce a trasmettere grinta e voglia”.

L’impresa è ardua ma l’Ascoli è a buon punto ma non bisogna abbassare la guardia cosa si sente di dire ai tifosi tornati entusiasti?: “Io li ringrazio tutti all’allenamento sono sempre presenti e ci testimoniano tutto il loro affetto e stanno anche molto attenti che non ci siano occhi indiscreti c’è una grande partecipazione della città anche se non possono venire alla partita”.

“Infine vorrei esprimere il mio cordoglio per la scomparsa di un grande giornalista, Bruno Ferretti che ci ha lasciati in questi giorni” ha concluso il Ds.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.